Juventus, Allegri pre Monza: “Esonero? Sono contento”. L’annuncio su Di Maria

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

Le dichiarazioni di Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, alla vigilia del match di campionato in casa del Monza. La conferenza stampa dell’allenatore bianconero

La Juventus non può fallire domani pomeriggio in casa del Monza, nel match valevole per la settima giornata del campionato di Serie A.

Monza-Juventus, conferenza stampa Allegri
Massimiliano Allegri

La squadra bianconera è in crisi di risultati e di gioco, con il ko interno di mercoledì contro il Benfica che rischia di compromettere il cammino in Champions League di Bonucci e compagni. Nel mirino della critica c’è sempre e soprattutto Massimiliano Allegri, per il momento confermato al timone della ‘Vecchia Signora’. Una prestazione deludente all’U-Power Stadium, però, rischia di far saltare il banco e cambiare gli scenari in panchina. Le dichiarazioni in conferenza stampa dell’allenatore della Juve alla vigilia della sfida con il Monza del neo-tecnico Palladino.

RISCATTO – “Bisogna avere grande rispetto del Monza, ha delle buone individualità. Servirà mettere più attenzione nella situazioni a noi più deficitarie, come i gol presi ad esempio. Su alcune letture bisogna assolutamente migliorare”.

JUVE VIRTUALE – “Ho fatto una chiacchierata con Sconcerti, ho un ottimo rapporto con lui e l’ho sentito dopo tanto tempo. Juve virtuale? E’ così, non c’era bisogno che lo scrivesse Sconcerti, era una cosa plausibile a tutti. Ho fatto un report con i dottori sulle condizione degli infortunati: ne abbiamo avuti undici per il momento rispetto ai dieci della scorsa stagione, giocando otto partite in più. Siamo sempre in discussione, abbiamo dei confronti quotidiani. Sicuramente qualcosa abbiamo sbagliato, io per primo e forse più degli altri. Ma chi non sbaglia… Io sono il primo e sbaglio più degli altri. In questi momenti ci vuole sempre molta lucidità. Se avessimo vinto con il Benfica, avrei detto le stesse cose ovvero che c’è da migliorare. In questo momento non c’è da dire niente, soltanto da giocare e lavorare. Alla fine quello che contano sono i risultati”.

RISULTATI E INFORTUNI – “Ci mancano dei risultati e in Champions siamo in ritardo. In campionato siamo in ritardo di quattro punti, è vero. In questo momento tutto sembra negativo, ma dobbiamo finire bene prima della sosta. Poi recupereremo qualche giocatore e affronteremo con più serenità un altro mini-ciclo importante. La scorsa stagione abbiamo avuto dei giocatori con problemi al flessore, adesso invece tutti malanni agli adduttori. Però non ci sono dubbi: lo staff della Continassa lavora bene”.

DI MARIA TITOLARE – “Szczesny rientra ma non è ancora al meglio, in porta giocherà sempre Perin. Di Maria sarà titolare domani. Poi ho un dubbio tra Kean e Kostic sulla fascia. Locatelli, Rabiot e Alex Sandro rientreranno dopo la sosta. Avremo con noi tanti ragazzetti viste tutte le defezioni”.

ESEMPIO SASSUOLO – “Adesso tutti vediamo negativo, ma io in questa negatività vedo una grande possibilità di crescita. La differenza è vedere delle problematiche quando vinciamo, di cercare comunque una soluzione. La squadra sta bene e noi indubbiamente dobbiamo giocare meglio. Col Benfica sull’1-1 la reazione c’è stata, anche a livello fisico. Abbiamo sbagliato una lettura e non percepito il pericolo sul secondo gol. Ho già vissuto momenti del genere e serve vedere le cose in modo propositivo. I risultati danno più tranquillità e le vittorie più serenità. In questi casi faccio l’esempio di qualche hanno fa col Sassuolo: all’andata, quando eravamo lontani in classifica, tutte critiche per la Juve che aveva giocato male; al ritorno e un girone dopo, quando eravamo in testa, elogi dopo una vittoria per 1-0 e in cui avevamo fatto schifo. E’ il momento che ti fa analizzare le cose in una certa maniera o in un’altra”.

MONZA – “Con Galliani c’è un ottimo rapporto, ormai gli do del tu. Sta facendo un grande lavoro al Monza, hanno conquistato la prima e storica promozione in Serie A. Certamente sarà una partita complicata domani, hanno cambiato da poco l’allenatore e a Lecce hanno fatto bene conquistando il primo punto. Però ho detto ai ragazzi di non rovinarmi la sosta, che mi devo rilassarmi e preparare poi il secondo ciclo di partite prima del Mondiale. Dobbiamo stare zitti e cercare come prima cosa di vincere domani col Monza”.

Allegri prima di Monza-Juventus: “Mi mancavano le voci sull’esonero”

Juventus, la conferenza di Allegri
Massimiliano Allegri ©LaPresse

ESONERO – “Il fatto di Allegri esonerato mi mancava, sono molto contento di questo. Ci parliamo tutti i giorni con la dirigenza, in modo sereno, analizziamo sempre tutto con la società. Io devo sempre delle spiegazioni alla società. Dobbiamo rimanere sereni perché possiamo solo che migliorare. Io sono responsabile di questa situazione. Non ho mai avuto a disposizione tutti i giocatori, la squadra sta facendo bene viste le condiziono in cui siamo. Nel calcio si dice sempre: se vinci sei un bravo raga, se perdi… Un passo indietro? Appena mezza partita va male, si parla subito di Allegri in discussione. Per questo dicevo che le voci sull’esonero mi mancavano. Certo, i risultati poi determinano e giudicano il lavoro di un allenatore e di una società. Però sono fiducioso e per questo sono sereno.

POLEMICHE VAR – “Champions impossibile? Adesso la vediamo così, però vanno giocate ancora delle partite. Questo è il bello della vita. In campionato, se ci avessero dato il nostro, saremmo in una posizione diversa di classifica. Capisco che questo a voi non va giù, però non dico di più: solo il nostro”.