La stoccata di Mourinho va a segno: “Qualche giocatore deve capire”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:12

Josè Mourinho parla dopo la vittoria della sua Roma sul campo dell’Empoli: le dichiarazioni del tecnico giallorosso nel post gara

La Roma torna alla vittoria, espugnando Empoli grazie alle reti di Dybala e Abraham. Tre punti preziosi per i giallorossi che Josè Mourinho, a ‘DAZN’, commenta così.

Josè Mourinho commenta Empoli-Roma
Mourinho

SCONFITTE – “Perdere una terza prtita sarebbe stato emozionalmente e numericamente difficile. L’Empoli gioca bene, è stata una partita difficile. Non si può regalare quello che abbiamo regalato noi. Dopo il 2-1 abbiamo avuto il rigore e altre palle per finire la partita e dopo non finiva più. Sette minuti di recupero sembrano una eternità ma è stato importante vincere per noi”.

ABRAHAM – “E’ cambiato il modo di giocare in attacco per colpa di Dybala. E’ un calciatore di livello incredibile. Giocare con lui, la posizione di Pellegrini cambia un po’ e senza Zaniolo ancora di più. Quando ci manca uno siamo già in difficoltà, poi è mancato anche Abraham: è difficile creare dinamiche collettive. Tammy ha un potenziale maggiore, può dare di più”.

MENTALITA’ – “La mentalità è cresciuta lo scorso anno. Il modo in cui abbiamo vinto la Conference: non è la Champions ma per noi a livello di crescita, di gruppo, di emozioni, è stato importante. Quest’anno le aspettative sono subito altissime perché abbiamo preso Dybala, giocatore fenomenale che in condizioni normali non giocherebbe nella Roma. Dobbiamo crescere dal punto di vista tecnico-tattico, qualche giocatore deve capire che una squadra per crescere deve avere competitività interna. C’è qualche giocatore che deve saper vivere con la competitività interna, alzare il suo livello e non sentirsi giù. Una squadra grande ha bisogno di questo. Ora abbiamo l’Europa League e la gestione è complicata se hai qualche giocatore infortunato. Per tornare alla mentalità: quello che Zaniolo ha fatto per restare qui, è da noi. Ha lavorato come un animale, in maniera incredibile, si è messo a disposizione, ha rischiato, stava preparandosi per entrare sull’1-1. E’ un esempio di quello di cui abbiamo bisogno. Giovedì abbiamo bisogno dei tifosi: giocheremo di nero a casa, non mi piace tanto, ma i tifosi devono comprare questa maglia”.

Empoli-Roma, Mourinho esalta Zaniolo: “Da prendere come sempio”

Mourinho dopo Empoli-Roma
Mourinho © LaPresse

BELOTTI – “Abraham deve imparare a vivere con Belotti. Tutti e due devono imparare. Ogni abbiamo avuto un attaccante per 97 minuti: questo tipo di sostituzione è ciò di cui abbiamo bisogno in tutti i ruoli”.

DYBALA – “La crescita è della squadra. Chiedere a Paulo dal punto di vista individuale non va bene: dobbiamo lavorare e giocare insieme e così che si creano le dinamiche giuste. Il secondo gol è un esempio fantastico”.

ROMA DEI SOGNI – “Dipende anche da ciò che fanno gli altri. Il tuo successo dipende sempre dagli altri. Dobbiamo andare partita dopo partita, non sappiamo cosa può succedere domani. Oggi si infortuna un difensore centrale non possiamo giocare a tre. Abbiamo questi problemi e non si può pensare a livello di progetto”.