Vranckx non teme il confronto col passato: “Sono pronto. Ecco a chi mi ispiro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:28

Giornata di presentazione a Milanello. E’ il turno di Vranckx, che ieri ha fatto il suo esordio ufficiali con la maglia rossonera 

Ieri ha fatto il suo esordio con la maglia del Milan, subentrando al 78′ al posto di Tommaso Pobega. Un esordio incoraggiante, contro la Sampdoria, al Marassi di Genova, che lascia ben sperare per il futuro.

Milan - Conferenza Vranckx
Milan – Conferenza Vranckx (AcMilan)

Oggi a Milanello è stato presentato alla stampa Aster Vranckx, uno degli ultimi colpi di calciomercato dei rossoneri: “Ho visto il Milan sempre come un grande club da seguire e in cui giocare – afferma Vranckx -. Ora che sono qui voglio dimostrare di meritarmi di vestire il rossonero. Van bommel come allenatore? Ho potuto imparare molto da lui. E’ stata una bella esperienza averlo come mister”.

Esordio a Genova – “Sono stati momenti difficili e sfidanti. Ho corso tanto, dando del mio meglio per dare una mano alla squadra a non prendere goal. Giocatore al quale ti sei ispirato? Moussa Dembele è uno di quelli a cui ho sempre guardato, con rispetto e ammirazione”.

Colloqui con Stefano Pioli – “Ieri abbiamo parlato di tattica dopo la partita. Il mister mi dà sempre buoni consigli per cercare di farmi inserire nel migliore dei modi negli schemi della squadra”.

Orgoglio rossonero – “E’ un grande piacere far parte dl Milan, campione d’Italia e con una grande storia. Le strutture del club non fanno altro che stimolarmi”.

Colonia belga – “Conosco tutti, Saelemaekers, Origi e De Ketelaere e li ho chiamati per avere delle opinioni e mi hanno dato solo riscontri positivi. Posizione in campo? Sono un centrocampista se dovessi scegliere preferirei giocare in posizione più avanzata a centrocampo ma anche quella difensiva non mi dispiace.”

Milan che punta sui giovani – “E’ una delle ragioni che mi hanno spinto ad accettare il Milan”.

Dopo Kessie – “Ho la determinazione giusta per mostrare quello che so fare. Mi sento pronto. Difficoltà contro la Sampdoria? Siamo rimasti tutti uniti per non concedere goal agli avversari. Avevo solo questo in mente”.

Obiettivi – “Devo lavorare tutti i giorni e dare il meglio di me quando verrò chiamato in causa. Caratteristiche? Quella di intercettare le palle è una delle mie qualità, così da trovarmi pronto ad attaccare”.