Inter-Torino, rimpianto Paro: “Ci manca un punto. Juric non era tranquillissimo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:15

Senza Juric, a parlare in conferenza stampa è il vice allenatore granata Matteo Paro dopo la sconfitta del Torino sul campo dell’Inter.

Non c’è Juric (bloccato dalla polmonite) a San Siro sulla panchina del Torino nell’anticipo contro l’Inter.

Inter-Torino, rimpianto Paro: “Ci manca un punto. Juric non era tranquillissimo”
Matteo Paro in conferenza stampa

Anche davanti ai microfoni a intervenire è il vice del tecnico croato Matteo Paro, rammaricato in conferenza stampa per la sconfitta arrivata nel finale sulla zampata di Brozovic: “Contro le big quando crei, cinque o sei situazioni pericolose, devi fare gol. Anche perché loro hanno giocatori importanti, hanno tante armi per trovare lo spunto vincente e fare gol. I ragazzi oggi hanno creato tanto, sicuramente meritavamo almeno un gol. Dispiace aver preso gol nel finale, con certe squadre paghi sempre dazio se non concretizzi”.

RADONJIC E LAZARO – “Radonjic in panchina? Non era al meglio fisicamente, ci mette un po’ di più per recuperare. Lazaro ci dà qualità sulla destra, ha buona tecnica e idee di gioco. Ha avuto un buon impatto nel gruppo e nella squadra”.

RIMPIANTI – “Juric? Il mister l’ho sentito velocemente, sicuramente non era tranquillissimo per la sconfitta maturata alla fine. Lo chiamerò con calma dopo per analizzare il match. Abbiamo mosso bene palla, con personalità, spezzando il loro pressing. Sicuramente abbiamo creato i presupposti per fare gol. Nel secondo tempo ci sono state un paio di situazioni che dovevamo gestire meglio e più velocemente. Per la mole di gioco che abbiamo messo in campo, sicuramente meritavamo di segnare. Il dettaglio fa la differenza a questi livelli. Per il tipo di partita che abbiamo fatto, sento che questo è un punto perso. Abbiamo giocato alla pari contro una grande squadra”.

MANCANZA DI UN BOMBER – “Mi fanno sempre questa domanda. Sanabria fa un lavoro enorme, lega il gioco e ci fa giocare bene. E’ molto importante per noi. Pellegri sta crescendo, si sta costruendo come giocatore. Questi sono i calciatori che abbiamo: continueremo a lavorare con loro e a sfruttare al meglio le loro caratteristiche. Ilkhan? E’ un ragazzo giovane, che si sta inserendo bene. Sicuramente è dispiaciuto per la rete di Brozovic, anche se devo rivedere meglio l’azione. I compagni lo hanno subito rincuorato”.