Giampaolo furioso: “Ha arbitrato a senso unico. Gli ho dato del…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:25

Intervenuto nel post partita di Sampdoria-Milan, Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, ha commentato alcuni episodi arbitrali e non solo

Intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’, Marco Giampaolo, tecnico della Sampdoria, ha commentato la sconfitta contro la sua ex squadra, il Milan di Stefano Pioli campione d’Italia in carica. L’allenatore abruzzese si è sfogato ai microfoni sulla direzione di gara di Fabbri, protagonista non soltanto nell’espulsione di Rafael Leao, ma anche nel rosso indirizzato proprio a Giampaolo nel concitato finale di gara. Ecco le parole dell’allenatore della Sampdoria, Marco Giampaolo

Sampdoria-Milan, lo sfogo di Giampaolo
Marco Giampaolo – Screenshot Sky Sport

FINALE DI GARA – “Le cose non stanno così, dopo l’espulsione sacrosanta di Leao l’arbitro ha arbitrato a senso unico come se dovesse mettere apposto la cosa, tutte le decisioni contrarie. Poi credo che non si debba arbitrare con arroganza, devi reggere la pressione, la partita è pesante, bisogna avere rispetto anche per la Sampdoria. La mia espulsione è giusta perché gli ho dato del co****ne, ma non puoi gestire così i cartellini. Non sono mai stato polemico nei confronti degli arbitri, ma la gestione è sbagliata dal rosso di Leao in poi“.

PARTITE – “La mia squadra ha sbagliato una partita a Salerno, abbiamo incontrato grandi squadre, ma io ho tantissima fiducia nei miei calciatori”.

Sampdoria-Milan, Giampaolo su Gabbiadini e Leao

GABBIADINI – “Le caratteristiche di Manolo sono quelle di un attaccante, purtroppo ogni tanto mi tocca tenerlo come riserva importante, quando giocheremo a due davanti sarà titolare. Oggi avevo bisogno di due esterni, Leris e Djuricic hanno fatto una grande partita, sono stati travolgenti”.

Sampdoria-Milan, Giampaolo senza filtri
Marco Giampaolo ©LaPresse

LEAO – “Se si apre il campo è forte, eravamo a metà strada, abbiamo scelto la strategia per evitare questo e cercare di non subire la palla lunga, poi lui comunque qualcosa ti crea nei 90 minuti, devi essere bravo a limitarlo, in Serie A non lo tiene nessuno”.

GENOVA – “Ho fatto un discorso diverso che riguardava la comunicazione interna verso l’esterno. La squadra è isolata da qualsiasi tipo di discorso, dobbiamo pensare soltanto a giocare, fino ad oggi pagare pagano, l’acqua calda c’è, la luce anche e quindi problemi non ce ne sono”.