Stroppa alza la voce: “Non mollo”. Poi difende Caprari e Mota

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:21

Giovanni Stroppa, allenatore del Monza, è intervenuto in conferenza stampa al termine del match perso all’U-Power Stadium contro l’Atalanta

Quinta sconfitta in altrettante gare, Monza sempre a quota zero e adesso anche ultimo solitario in classifica.

Monza-Atalanta, conferenza Stroppa
Stroppa in conferenza

La squadra di Giovanni Stroppa deve arrendersi pure alla capolista Atalanta, con il tecnico biancorosso che si è soffermato anche sul suo futuro nella conferenza stampa post gara: “Il primo tempo è stato straordinario, abbiamo creato occasioni importanti e avuto il dominio del gioco. Davanti avevamo un avversario che per forza fisica e capacità ci ha preso nel momento in cui eravamo in difficoltà. Col senno di poi, sicuramente dovevo e potevo cambiare qualche giocatore. Le scelte sono arrivare in ritardo”.

FUTURO – “Se mi sento al sicuro? Assolutamente sì, credo in quello che faccio e in questa squadra. Non mi scalfisce niente e vado avanti. Sento la fiducia della società, poi dovete chiedere al direttore Galliani e alla proprietà. Per me il lavoro è iniziato qualche giorno fa, ma certamente non mi nascondo per queste sconfitte. Abbiamo completato la squadra il primo di settembre e pagato gli infortuni di diversi giocatori importanti. Sono cinque sconfitte: che dobbiamo fare, mollo? Non credo proprio”.

SALVEZZA – “Questa volta il calendario ci darà una mano, affronteremo una diretta concorrente perché l’Udinese come abbiamo visto non lo era. Bisognerà certamente fare punti. La salvezza è l’obiettivo principale, bisogna continuare a credere in quello che facciamo e continuare a lavorare. Serve la continuità che abbiamo avuto oggi nel primo tempo”.

ROVELLA PROTAGONISTA – “Rovella ha fatto molto bene, è un peccato non averlo avuto prima. Ha trasformato la squadra. C’è soddisfazione nell’allenare nel quotidiano dei giocatori con questa qualità. Lo cercavamo dall’inizio, la Juve lo ha trattenuto perché ha avuto qualche défaillance a centrocampo. E’ arrivato in ritardo: fosse arrivato prima, sarebbe migliorato tutto il contesto. Fa giocare bene chi gli sta al fianco. Lo abbiamo scelto e ce lo godiamo”.

Monza-Atalanta, Stroppa difende Caprari e Mota

Monza-Atalanta, Stroppa difende Mota e Caprari
Stroppa © LaPresse

PROBLEMA ATTACCO – C’è un problema attacco? Stroppa infine risponde così alla domanda dell’inviato di Calciomercato.it: “Questa sera siamo arrivati tante volte in area per fare gol, dobbiamo continuare a giocare così. Mi tengo il primo tempo per la personalità che abbiamo avuto, nel gioco e nell’attaccare la porta. Ci sono tante caratteristiche che possono esaltare questa squadra. Caprari e Mota? Quando non segni diventa tutto più difficile per un attaccante. Loro hanno creato i presupposti per far gol e dal mio punto di vista questo va benissimo. Ci sarebbe da preoccuparsi al contrario”.