Gasperini gongola: “Non sapevo del record”. E svela l’obiettivo della ‘Dea’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:34

L’Atalanta balza da sola al comando della classifica: le parole di Gian Piero Gasperini dopo la netta vittoria in trasferta contro il Monza

Sorride – e non potrebbe essere altrimenti – Gian Piero Gasperini dopo il successo contro il Monza che permette alla sua Atalanta di balzare in vetta alla classifica in solitaria, approfittando del crollo inaspettato della Roma con l’Udinese di Sottil tra le mura della Dacia Arena. I nerazzurri hanno superato la formazione brianzola grazie al gol del talento Hojlund e all’autorete a firma Marlon.

Gasperini gongola: “Non sapevo del record”. E svela l’obiettivo della ‘Dea’
Gasperini in conferenza

L’allenatore orobico analizza il match dell’U-Power Stadium in conferenza stampa, indirizzato nella ripresa dalla ‘Dea’ dopo un primo tempo sofferto: “Dobbiamo essere contenti, mi hanno detto che l’Atalanta non era mai stata in vetta dopo cinque giornate. E’ un premio per i ragazzi, che fin dal primo giorno di ritiro stanno facendo bene e stanno continuando a crescere. All’inizio siamo stati fortunati, Musso è stato bravissimo. Soffriamo sempre nella prima parte della gara, come in altre occasioni siamo poi cresciuti nel secondo tempo. Rispetto al passato stiamo dimostrando solidità nei momenti difficili del match”.

CLASSIFICA –E’ presto per guardare la classifica, sono contento diciamo per questo record, cercheremo di allungarle il più a lungo possibile questa striscia. L’obiettivo è arrivare alla sosta in questa situazione, per il resto non facciamo altri calcoli. Da domani inizieremo a pensare alla Cremonese: non ci sono partite facili in questo campionato”.

Monza-Atalanta, Gasperini: “Musso? Qualcuno pensava fosse scarso”

Gasperini gongola: “Non sapevo del record”. E svela l’obiettivo della ‘Dea’
Gasperini © LaPresse

GIOVANI –Abbiamo dei ragazzi molto giovani, hanno passo e una buona gamba. Hojlund e Soppy hanno fatto molto bene, mentre Ederson a parere mio può ancora migliorare tanto rispetto alla prestazione di oggi, soprattutto considerando il primo tempo. Tutti questi ragazzi ci daranno una grande mano”.

RISCATTO MUSSO –Qualcuno pensava fosse scarso… E’ un portiere di valore e che ha dei mezzi importanti, io non l’ho mai pensata diversamente. Tra i pali e nelle uscite è forte, ha grande forza esplosiva. Rappresentata la scuola vecchio stampo, rispetto alla nuova generazione. Il suo maggiore difetto è il gioco con i piedi: se diventa decente in questo, allora riuscirà a fare il salto di qualità”.