Udinese-Roma, doppio ko per Mourinho: “Non ci saranno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:20

Nella conferenza stampa della vigilia di Udinese-Roma, José Mourinho ha annunciato due assenze importanti

Dopo la vittoria convincente dell’ultimo turno contro il Monza nella quale Paulo Dybala ha trovato i primi due gol in maglia giallorossa, la Roma domani sarà chiamata alla complicata trasferta contro l’Udinese di Sottil.

Udinese-Roma, doppio ko per Mourinho: "Non ci saranno"
José Mourinho ©LaPresse

Formazione giallorossa con un paio di assenza dopo gli infortuni dell’ultimo match, come annunciato da José Mourinho in conferenza stampa: “Camara? Ancora ha i 90 minuti nelle gambe, deve crescere tatticamente. L’abbiamo studiato per bene prima di prenderlo, ma per il momento partirà dalla panchina. El Shaarawy e Kumbulla non ci sono. Dybala è ok”.

Sulle sanzioni legate al FFP della Uefa nei confronti delle formazioni italiane tra cui la Roma, lo ‘Special One’ ha espresso le sue perplessità: “Non credo che ci siano due pesi e due misure. E’ un meccanismo onesto, ma che penalizza troppo chi cerca di farlo virtuoso. Ovvio che avrei tenuto Veretout e un quarto o quinto difensore centrale. Avrei tenuto Felix, ma abbiamo questo tipo di condizionamento che fa le cose più difficili. Ci divertiamo lo stesso”.

Calciomercato Roma, Mourinho corregge Tiago Pinto: “Non sono d’accordo”

Udinese-Roma, doppio ko per Mourinho: "Non ci saranno"
Tiago Pinto ©LaPresse

Nella conferenza di questo pomeriggio, Mourinho ha corretto le parole pronunciate dal dg Tiago Pinto sulle alternative giallorosse a centrocampo: “La conferenza di Tiago Pinto è stata brillante, ma su una cosa non sono d’accordo. Quando ha detto che se dovesse mancare Cristante abbiamo delle alternative, invece non è così. Ma non piango come fanno altri”.

SMALLING – “Le sue condizioni? Ho cercato di gestirlo nel match contro il Monza, ma poi abbiamo avuto il problema di Kumbulla che ha rovinato i nostri piani. Non abbiamo alternative, domani in panchina porterò Tripi”.

ESTERNI – “Gerachia? Non c’è gerarchia quando hai due giocatori forti per posizione. La passata stagione non avevamo la possibilità di scegliere come fatto a Torino con Karsdorp e Celik. Lo scorso anno non abbiamo mai fatto questa situazione di far entrare Spinazzola per Zalewski. Quest’anno abbiamo questa situazione e per me è fantastico, non c’è gerarchia. Ci sono giocatori con qualità diverse, per noi è fantastico e sono bravi tutti e quattro”.