Calciomercato Inter, l’annuncio di Marotta: “La verità su Skriniar”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:43

Beppe Marotta ha parlato di calciomercato e di Milan Skriniar nel pre-partita del derby tra Milan e Inter

Pochi istanti al fischio d’inizio del derby tra Milan e Inter. Stracittadina estiva che arriva già alla quinta giornata e che potrebbe indirizzare l’avvio in campionato delle formazioni allenate da Stefano Pioli da una parte e Simone Inzaghi dall’altra.

Calciomercato Inter, l'annuncio di Marotta: "La verità su Skriniar"
Marotta a DAZN

Nel pre-partita di ‘Dazn’, alle ambizioni rinnovate da Paolo Maldini con l’arrivo di ‘Red Bird’ per la crescita del club rossonero, ha risposto l’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta. Sul derby, il dirigente nerazzurro ha subito sottolineato la portata del match in arrivo: “Sicuramente è molto importante, si sa che quando si gioca un derby non si guarda la situazione di classifica. Credo che i grandi club siano abituati ad affrontare i grandi impegni e noi siamo pronti”.

Calciomercato Inter, Marotta su Skriniar: “Decisiva la proprietà”

Calciomercato Inter, l'annuncio di Marotta: "La verità su Skriniar"
Milan Skriniar ©LaPresse

L’ad Marotta ha parlato anche di calciomercato, dopo la chiusura della finestra estiva dello scorso giovedì. Una sessione che l’Inter ha chiuso con il colpo dell’ultim’ora legato all’arrivo di Francesco Acerbi, chiesto a gran voce da Simone Inzaghi alla proprietà negli ultimi giorni. Un mercato in cui l’Inter è riuscita a blindare il gruppo della passata stagione, eccezion fatta per Ivan Perisic andato via a costo zero per la scadenza del contratto.

Chi invece è rimasto è Milan Skriniar, trattenuto con forza – come spiegato da Marotta – dal presidente Zhang: “E’ stato un mercato molto difficile perché dovevamo garantire sostenibilità all’azienda, rimanendo competitivi. L’abbiamo fatto confermando il gruppo della passata stagione e la proprietà ha inciso perché è stata irremovibile su Skriniar. Poi alcune operazioni sono andate in porto ed altre no, ma il nostro bilancio non può che essere positivo”.

Sugli obiettivi della stagione, dopo i due trofei della scorsa annata, l’ad nerazzurro ha fatto riferimento alla storia interista: “Le ambizioni sono tanti, parliamo di Inter, club dalla storia importante. Questa è la strada tracciata dalla storia, siamo obbligati ad ambire a traguardi importanti. L’impegno di oggi ci porta indietro ad un calcio romantico, il derby ha un sapore tutto suo, un appuntamento che dobbiamo onorare nel migliore dei modi”.