PAGELLE E TABELLINO NAPOLI-LECCE: l’uovo di Colombo, la rabbia di Osimhen

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:41

Finisce 1-1 al Maradona tra Napoli e Lecce: azzurri senza la giusta qualità. Segna Elmas, gran gol di Colombo per il pari

NAPOLI

Meret 7 – Nel giorno in cui si allontana, forse definitivamente, le chance che arrivi Navas, mette il sigillo sul rinnovo vicino con il rigore parato a Colombo. Nulla può sulla magia dello stesso numero nove leccese poco dopo

Di Lorenzo 6 – Qualche patema su Banda lo trova e lo limita anche nella sortita offensiva

Ostigard 6 – Esordio gagliardo, ma con qualche intervento non perfetto.

Minjae 6 – Guida il reparto e si prende anche la prima impostazione quando serve.

Olivera 5.5 – Esordio dal primo minuto con tanta voglia ma anche poca qualità in diversi cross

Anguissa 7 – Si alza per portare la giusta pressione, motore del centrocampo. Uno dei pochi ad andare oltre la sufficienza (85′ Simeone sv)

Ndombele 4.5 – Sale di rendimento con il passare dei minuti, ma prende Di Francesco e procura un penalty evitabile che, poi, Meret neutralizza. Responsabile, anche, sul gol del Lecce: incomprensione con i centrali su chi dovesse andare su Colombo. Inevitabile la sostituzione a fine primo tempo (46′ Lobotka 6.5 – Riesce a lavorare quei palloni che servono per il dominio della palla, lotta e va di interdizione con i tempi giusti)

Politano 6.5 – Guizzante nei primi minuti, dal suo versante nascono le azioni migliori. Sua la prima vera occasione azzurra e sfiora il gol appena prima di uscire (71′ Lozano 6 – Illude con una conclusione repentina, ma nulla di eclatante)

Raspadori 5 – Cerca di fungere da raccordo per recapitare palloni puliti ai compagni di reparto. Operazione non riuscita, primo tempo da dimenticare (46′ Zielinski 6 – Più nel vivo di Raspadori, con qualche buona giocata, nulla di esaltante)

Elmas 6.5 – Trova il gol, cerca qualche altra buona giocata, ma non va oltre il tentativo (55′ Kvaratskhelia 5.5 – Mostra i limiti di Firenze, tra testardaggine ed un po’ di paura)

Osimhen 5 – Pochi i veri rifornimenti, cerca di trovare qualche spazio e di aprire il campo ai compagni con poca fortuna. Impreciso e nervoso

All. Spalletti 5 – Il forte turn over non paga. Raspadori fuori dai meccanismi, Ndombele fuori condizione. Il Lecce gioca stretto ed il suo Napoli non trova gli spazi giusti

LECCE

Falcone 6.5 – Un paio di ottimi interventi a coprire la trasversale, non può nulla su Elmas. Bravo anche nella ripresa

Gendrey 6.5 – Si trova prima Elmas poi Kvara: ne vien fuori con una prestazione senza sbavature

Tuia 6 – Segue Baschirotto nei movimenti ed approfitta della giornata abbastanza sterile degli avanti azzurri. Nel finale qualche sofferenza in più

Baschirotto 6.5 – Migliora il suo rendimento rispetto alle prime uscite, solido anche su Osimhen

Pezzella 6 – Politano è cliente complesso, ma non sfigura, anzi. Bene anche su Lozano

Helgason 6 – L’uomo della mediama che si sgonfia prima e lascia il campo nella ripresa. Prestazione, comunque, sufficiente (46′ Gonzalez 6 – Stesso lavoro del compagno)

Hjulmand 7 – Si carica di un giallo, ma anche di un primo tempo che certifica come si tratti di un giocatore di spessore

Askildsen 6.5 – Regala qualità e quantità alla manovra fin quando i polmoni reggono (61′ Blin

Banda 6.5 – Un fattore sulla sinistra: nei primi minuti crea più di un imbarazzo a Di Lorenzo e Politano in supporto. Si vede meno nella ripresa (75′ Listkowski sv)

Colombo 7.5 – Sbaglia un rigore, lotta e sgomita, poi la magia che vale l’1-1 e resta uno spauracchio in area (70′ Ceesay 5.5 – Difficile farsi largo per trovare qualche pallone)

Di Francesco 6.5 – Si procura il rigore e trova spazi interessanti, pericolo costante (61′ Strefezza 6 – Cerca di farsi trovare pronto per il contropiede, ma bada a difendere)

All. Baroni 6.5 – Porta via un punto importantissimo dal Maradona. Il suo Lecce gioca bene, attacca ed è ordinato

RETI: 27′ Elmas, 31′ Colombo

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Ostigard, Minjae, Olivera; Anguissa (85′ Simeone), Ndombele (46′ Lobotka); Politano, Raspadori (46′ Zielinski), Elmas (55′ Kvaratskhelia); Osimhen. All. Spalletti
LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Tuia, Baschirotto, Pezzella; Helgason (46′ Gonzalez), Hjulmand, Askildsen (61′ Blin); Banda (75′ Listkowski), Colombo (70′ Ceesay), Di Francesco (61′ Strefezza). All. Baroni
ARBITRO: Marcenaro di Genova
AMMONITI: Politano, Hujlmand, Colombo, Gendrey
ESPULSI: