Milan-Bologna, Pioli in conferenza: “Giroud o Origi in attacco”, poi annuncio su Leao

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:31

Stefano Pioli torna a parlare in conferenza stampa: domani sera la sfida tra Milan e Bologna a ‘San Siro’

Una vittoria e un pareggio nelle prime due partite per i campioni d’Italia del Milan. Il terzo turno di Serie A offre il pronto riscatto ai rossoneri dopo l’1-1 con l’Atalanta di Gasperini. Domani i rossoneri tornano a ‘San Siro’ e affrontano il Bologna, una formazione sicuramente abbordabile ma molto insidiosa e complicata da affrontare. La squadra di Mihajlovic è sempre ostica e ha giocatori importanti, con un Arnautovic apparso già in forma.

pioli milan bologna conferenza stampa calciomercato.it 20220826
Pioli © Screenshot Youtube

E in un turno di campionato che offre due scontri diretti come Juve-Roma e Lazio-Inter, possibile occasioni per la squadra di Pioli per guadagnare qualche punticino. Il Milan è in pieno calciomercato, con Maldini che sta lavorando ai colpi per completare la rosa sia in difesa che a centrocampo. Tanti i nomi che si sono seguiti in questi giorni, con Onana e Vranckx più caldi nelle ultime ore. Inevitabili le domande sul mercato anche per Stefano Pioli, che prende la parola nella consueta conferenza stampa della vigilia. Alle 14 la diretta scritta su Calciomercato.it: “Non è sempre la strada giusta ricordare le partite della passata stagione. A me la prestazione di Bergamo è piaciuta ma è mancata qualcosina. Il Bologna giocherà per metterci in difficoltà. Ci vuole grande concentrazione. De Ketelaere? Può essere che sia arrivato il suo momento, un po’ di tempo gli va lasciato. Ci darà tante soddisfazioni, nel suo ruolo ho tante scelte, vedremo di partita in partita”.

LEAO – “Non ho altro pensiero che la partita di domani. Lui deve pensare di migliorare. Non sto allenando un giocatore col pensiero di poterlo perdere, anche perché lui ha sempre l’atteggiamento giusto”. 

CHAMPIONS – “La Champions pretende delle prestazioni di alto livello. E’ chiaro che si tratta di un girone diverso rispetto all’anno scorso ma non bisogna sottovalutare nessuno. Non siamo il Real Madrid”.

Pioli ha quindi proseguito sulle prime prestazioni: “Mi piace l’atteggiamento dei miei calciatori. A Bergamo non abbiamo affrontato l’avversario con superficialità. Abbiamo la voglia di costruirsi un futuro importante. Contro l’Udinese abbiamo preso due goal brutti e poi un autogol. Chi prende pochi goal ha più possibilità di vincere. A Bergamo bisognava sfruttare meglio le occasioni da rete. Violenza su alcuni interventi su Leao? E’ una situazione da aspettarsi quella di vedersi raddoppiare. C’era un fallo clamoroso in cui non bastava il giallo e in cui serviva l’intervento del VAR“. 

KESSIE – “Non è vero che eravamo in inferiorità numerica a centrocampo. Kessie? Mi ricordo che tante volte mi chiedevate perchè continuava a giocare e oggi stiamo tutti a rimpiangerlo. Abbiamo i nostri equilibri e siamo una squadra forte. Pobega lo utilizzeremo più in fase di inserimento. Voglia sfruttare le caratteristiche dei nostri calciatori”.

Poi su Adli e ancora Leao: “Vedo difficile per Adli giocare nei due mediani. Leao disturbato dalle voci? No per quello che sto vedendo io. Per come si sta allenando non vedo un ragazzo nervoso o preoccupato. È giusto che Rafa pensi continuamente a migliorarsi e lo sta facendo”.

ATTACCANTI – “Domani titolare Giroud o Origi. Quest’anno non ci sono undici titolari e dovranno essere tutti pronti fisicamente e mentalmente. Bisogna cominciare a spingere”.

DIFESA E ROTAZIONI – “Kjaer sta molto meglio, presto potrà giocare dall’inizio. Gabbia è molto affidabile, siamo al completo .Hernandez, Tomori, Kalulu e i due di centrocampo difficili da sostituire? Diventa difficile per chiunque giocare sempre. Le rotazioni saranno mirate per migliorare la squadra”

MERCATO – “È questione di nomi e non di numeri. Se ci sarà la possibilità di inserire calciatori che possono migliorare l’organico il club sarà certamente pronto per farlo“.