L’annuncia su Depay prima di Samp-Juve: Nedved allo scoperto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:02

Le parole di Pavel Nedved prima del calcio d’inizio Sampdoria-Juventus. Da Depay a Kostic, passando per il Mondiale: tutte le dichiarazioni del dirigente bianconero

La Juventus è tra le squadre più attive sul calciomercato. I bianconeri dopo aver acquistato diversi calciatori, che hanno cambiato il volto alla squadra di Massimiliano Allegri, sono pronti a chiudere la sessione da protagonisti.

Nedved prima di Samp-Juve su Depay
Depay ©LaPresse

Stasera, contro la Sampdoria, non vedremo all’opera Di Maria e Pogba, out per infortunio, ma ci saranno Bremer, al centro della difesa, e Kostic in avanti.

Come è noto, la Juventus proverà a prendere un centrocampista e il favorito, nonostante la mancata partenza di Rabiot, è Paredes.

In attacco, i bianconeri hanno trovato l’accordo per Milik ma Depay è ancora in corsa. L’olandese è un profilo che piace parecchi e Nedved, intervenuto ai microfoni di Dazn, prima del calcio d’inizio del match contro i blucerchiati, lo ha confermato.

Il calciomercato è aperto e la Juventus è pronta a farsi trovare pronta: “Stiamo valutando cosa offre il mercato, ma bisogna valutare bene – afferma il dirigente della Juventus –. Ovviamente vedendo formazione e infortuni stiamo valutando seriamente di tornare sul mercato. Depay? Può giocare con Dusan, al posto di Dusan e anche come esterno. È uno dei nomi che stiamo valutando”.

Serie A, problema Mondiali e Kostic: parla Nedved

Nedved prima di Samp-Juve su Depay
Nedved ©LaPresse

Il Mondiale spezzerà in due il campionato: “Io queste stagioni spezzate le ho vissute in Repubblica Ceca – prosegue Nedved – Sono due campionati diversi, stai due mesi fermo.Col Mondiale un mese e mezzo, preparazione del tutto diversa. Tornare in forma non sarà facile per nessuna squadra”.

La Juventus ha cambiato pelle ma si è vista subito una squadra quadrata – “Si è vista l’impronta di Max Allegri, che chiede il massimo ai giocatori. Combattere mettendoci anche il cuore. Kostić? Sono contento di lui – concluse Nedved -. È un mancino che finalmente vedo giocare a sinistra, ormai li mettono tutti a destra per rientrare. A me vederlo sulla fascia sinistra per mettere cross fa piacere, finalmente”.