Crisi Barcellona, Koundé si libera gratis: l’Inter esulta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:39

Dopo aver scongiurato il rischio di perdere Kessié e Christensen a zero, nuovo incubo in casa Barcellona a 12 giorni dalla chiusura del mercato

In seguito al pareggio deludente della prima giornata contro il Rayo Vallecano, il Barcellona di Xavi tornerà in campo questa domenica in trasferta di fronte alla Real Sociedad. Dopo aver speso tantissimo nell’ultima finestra di mercato per rinforzare soprattutto il reparto avanzato, i tifosi si aspettano di vedere i primi gol della stagione.

Crisi Barcellona, Koundé si libera gratis: l'Inter esulta
Jules Koundé ©LaPresse

Sono diversi i volti nuovi presentati dal Barcellona nelle ultime settimane. Alla prima giornata, ad esempio, Xavi ha avuto modo di schierarli quasi tutti, puntando su Christensen, Raphinha e Lewandowski dal primo minuto con Franck Kessié subentrato nella ripresa. Blaugrana che alla vigilia del primo match stagionale in campionato avevano scongiurato il rischio di non riuscire ad iscrivere i nuovi arrivati.

Tra questi, tra l’altro, Kessié e Christensen avevano fatto inserire delle clausole speciali suoi rispettivi contratti, le quali avrebbero dato ad entrambi la facoltà di rescindere in caso di mancata registrazione dei loro tesseramenti. Come riportato in Catalogna da ‘Què T’hi Jugues’, la stessa opzione sarebbe stata inserita sul contratto di Jules Koundé. Il centrale francese non è stato ancora iscritto dal Barcellona e potrebbe liberarsi gratis se il club non riuscisse a fare in tempo entro il 31 agosto.

Calciomercato Inter, Koundé può liberarsi: cosa cambia per Skriniar

Crisi Barcellona, Koundé si libera gratis: l'Inter esulta
Milan Skriniar ©LaPresse

La stessa informazione riporta che al Barcellona non basterà il solo addio di Memphis Depay. L’addio dell’olandese, sempre nei radar della Juventus, potrebbe difatti sbloccare il solo arrivo di Marcos Alonso, considerato come ingaggio medio in termini di stipendio. Per liberare l’iscrizione di Koundé servirà una cessione più pesante, come quella di Aubameyang.

Qualora il presidente Laporta non dovesse fare in tempo, il rischio sarebbe di perdere a costo zero il centrale pagato 50 milioni dal Siviglia appena poche settimane fa. Una buona notizia per l’Inter, visto che il ritorno di Koundé sul mercato ridarebbe a Chelsea e Psg l’opportunità di tentare il guizzo a costo zero per il francese. Con i ‘Blues’ impegnati però da qualche giorno con il complicato affare Fofana, l’ex Siviglia potrebbe tornare più utile alla formazione di Galtier.