Inter, Inzaghi deluso: gli toglie già il posto da titolare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:31

L’inizio di stagione riserva sorprese in casa Inter, c’è una delusione per Inzaghi che può già cambiare le gerarchie nella rosa titolare

L’esordio in campionato, da sempre, può riservare insidie inattese, anche in occasione di match sulla carta abbordabili. Lo ha scoperto anche l’Inter, che ha faticato molto più del previsto per piegare il Lecce, battuto 2-1 soltanto all’ultimissimo respiro, con il gol decisivo di Dumfries a pochi secondi dal fischio finale.

Inter, Inzaghi deluso: gli toglie già il posto da titolare
Simone Inzaghi © LaPresse

Missione compiuta, in ogni caso, per i nerazzurri di Simone Inzaghi, che adesso preparano la seconda gara di campionato, quella del debutto davanti al proprio pubblico, sabato sera contro lo Spezia. L’obiettivo, naturalmente, è quello di centrare il secondo successo consecutivo, per fare da subito corsa di testa. Ma è evidente che anche una corazzata come quella interista dovrà sudarsi ogni partita. Forma fisica e meccanismi ancora da oliare, com’è naturale che sia, prima di trovare la quadra per dare l’assalto allo scudetto della seconda stella, sfuggito l’anno scorso in volata e che quest’anno è traguardo dichiarato. Inzaghi ha mandato in archivio una buona prima stagione con la vittoria di Supercoppa italiana e Coppa Italia ma adesso, in ottica scudetto, non può sbagliare. E può essere già chiamato a decisioni importanti, con uno dei ‘titolarissimi’ che sta deludendo fin qui le attese e rischia di perdere il suo posto.

Inter, Gosens già in ribasso: e Dimarco scalpita

Inter, Inzaghi deluso: gli toglie già il posto da titolare
Robin Gosens © LaPresse

Dopo i primi sei mesi di ‘ambientamento’, per Robin Gosens c’è adesso il compito di raccogliere la pesante eredità di Perisic. Ma il tedesco fatica a carburare e a ritrovare i livelli di quando era all’Atalanta, anche penalizzato da un sovraccarico muscolare nella fase del ritiro per il quale appare un po’ in ritardo. Tutt’altro, invece, lo stato di forma di Dimarco, che contro il Lecce ha dato un grandissimo apporto sia come braccetto della difesa a 3 in sganciamento offensivo che come esterno, avanzato al momento dell’uscita dal campo proprio di Gosens. La sua qualità, secondo la ‘Gazzetta dello Sport’, potrebbe spingere Inzaghi a rivedere le gerarchie e ad avanzare la posizione di Dimarco, facendo finire Gosens alle sue spalle. Almeno finché il tedesco non metterà in mostra tutte le sue qualità.