Sprint Marotta, l’Inter chiude la cessione: ora si sblocca tutto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:41

L’Inter deve ancora trovare il difensore per completare la rosa, Marotta punta a chiudere a breve una cessione: poi all-in su un giocatore

L’Inter ha esordito con una vittoria soffertissima in casa del Lecce, che ha lasciato comunque qualche perplessità soprattutto a livello caratteriale. La squadra di Inzaghi, dopo essere passata subito in vantaggio non ha chiuso la partita e ha gestito per certi versi, subendo anche il pareggio. I nerazzurri hanno creato tante occasioni nella ripresa, ma senza precisione, prima del gol di Dumfries all’ultimo secondo.

marotta inter casadei chelsea akanji
Marotta © LaPresse

Ma anche il tema mercato è stato decisamente messo in risalto dai protagonisti prima e dopo la partita. In particolare dallo stesso Simone Inzaghi, che ha prima di tutto blindato Skriniar avvisando pubblicamente la società. E poi si è sfogato, in una dichiarazione post-gara a cui il tecnico piacentino non è mai stato abituato. Marotta ha spento subito la questione, confermando però che l’Inter dovrà necessariamente acquistare un altro centrale di difesa, almeno per sostituire numericamente Ranocchia. Ma al momento i nerazzurri non hanno risorse da investire, per cui devono muoversi a parametro zero o aspettare una cessione. O ancora muoversi su occasioni low cost a fine mercato.

Inter, Casadei sblocca il difensore: Akanji in pole

marotta inter casadei chelsea akanji
Akanji © LaPresse

La soluzione può arrivare da uno dei prodotti migliori del settore giovanile dell’Inter, Cesare Casadei. Il giovane centrocampista piace a tantissimi club in Italia e soprattutto all’estero. L’offerta del Chelsea è nota, così come la trattativa. I Blues si sono spinti fino a circa 12 milioni più i bonus, Marotta ha deciso di cederlo, abbassando le richieste da 20 milioni di euro di parte fissa. Questa può essere la settimana giusta per chiudere, l’ufficialità può arrivare tra giovedì e venerdì e con i soldi in arrivo da Casadei l’Inter potrebbe così fiondarsi sul difensore.

Il nome principale resta quello di Akanji, ma non sono da escudere altre piste. Come Tanganga del Tottenham, per cui ci sono stati dei contatti negli ultimi giorni e piace anche a Milan e Roma. Il nodo in questo caso è la formula, perché il Tottenham non ha intenzione di cederlo senza l’obbligo di riscatto. Alternativa sempre in piedi quella di Francesco Acerbi, pupillo di Inzaghi e già pronto per l’uso. In questo caso ci sarebbe da lavorare sulla richiesta di Lotito di una cifra tra i 3 e i 5 milioni di euro. Marotta in questo caso dovrebbe ridurre ulteriormente l’esborso per un giocatore sì forte, ma di quasi 35 anni e sostanzialmente fuori rosa.