Cessione last minute per l’Inter, Inzaghi sotto accusa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:29

I tifosi dell’Inter sono furiosi e contestano la società sui social per l’imminente cessione: “Non c’è nessuna progettualità”

La prima di campionato dei nerazzurri è stata più ostica del previsto, con un Lecce che nel secondo tempo ha rischiato a più riprese di passare in vantaggio, ma il gol di Dumfries ha regalato ad Inzaghi una vittoria preziosa. Ora la dirigenza è al lavoro per far quadrare i conti, con la cessione che appare imminente: i tifosi, intanto, sono in aperta contestazione con la società.

Inter, arriva la cessione e i tifosi contestano la società: "Nessun progetto"
Simone Inzaghi©LaPresse

In attesa di capire se Milan Skriniar e Denzel Dumfries rimarranno a Milano, l’Inter ha deciso di cedere Cesare Casadei al Chelsea per una cifra vicina ai 15 milioni di euro più bonus. Quello che è considerato da tutti uno dei migliori prodotti del vivaio nerazzurro degli ultimi anni, quindi, lascerà il club senza aver giocato nemmeno un minuto in Prima Squadra. I tifosi nerazzurri sui social hanno riversato il proprio dissenso nei confronti della società per la gestione di un talento come quello di Casadei, contestando la decisione di cederlo.

Anche Simone Inzaghi è finito nell’occhio del ciclone, con i tifosi che gli imputano di non aver avuto abbastanza coraggio per non aver mai fatto esordire Casadei in nerazzurro. La rabbia dei tifosi, poi, è indirizzata soprattutto alla mancanza di progettualità: quando si ha un talento importante bisognerebbe cercare di valorizzarlo, per trasformarlo in una risorsa tecnica della squadra. E, invece, l’Inter utilizza Casadei soltanto come una risorsa economica: una plusvalenza da mettere a bilancio. Di seguito alcuni dei (molti) ‘tweet’ a riguardo.