“Cominciamo bene”: caos Dazn, sta succedendo adesso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:23

Il ritorno del campionato è coinciso con il ritorno dei problemi per DAZN: numerose le proteste via social, cosa sta succedendo

Torna il campionato e tornano immediate le polemiche. Era accaduto ieri per le prime partite di Serie A, è risuccesso quest’oggi nel corso del primo tempo di Lazio-Bologna e Fiorentina-Cremonese.

DAZN
DAZN © LaPresse

E’ DAZN ad essere subito al centro delle polemiche. Tutto nasce dai problemi denunciati da numerosi utenti sui social. In tanti non sono riusciti a collegarsi nel primo tempo dei due match. App che gira a vuoto, messaggio di errore che compaiono a ripetizione, alcuni utenti buttati fuori mentre si godevano le due partite del pomeriggio.

Normale quindi che sui social l’hashtag #DAZN sia entrato in cima alle tendenze e quando accade non è mai un buon segno. L’ironia la fa da padrona, ma anche la rabbia di chi ha visto aumentare i prezzi senza però un miglioramento del servizio. Da quest’anno, infatti, la piattaforma streaming ha adottato una nuova politica dei prezzi che prevede due tipo diversi di abbonamenti, con prezzi che partono da 29,99 (abbonamento standard con due dispositivi registrabili e visibili in contemporanea sulla stessa rete internet) e arrivano a 39,99 (sei dispositivi registrabili e due visibili in contemporanea su due linee diverse).

Serie A, problemi per DAZN: è caos sui social

Dazn
Dazn © LaPresse

Sono in tanti a sottolineare come la campagna varata ieri dalla Lega Serie A contro la pirateria non ha molto presa se questi sono i servizi garantiti agli utenti. “Ridatemi i soldi” la richiesta di alcuni utenti su Twitter, con altri che non nascondono la propria insoddisfazione.

“L’anno scorso almeno si vedeva a quadretti – scrive un tifoso -. Quest’anno invece non si vede un c…” In tanti poi sottolineano l’aumento dei prezzi e chiamano in causa anche l’accordo con Sky che prevede la possibilità di vedere le partite anche sulla piattaforma satellitare ma soltanto con un ulteriore pagamento di 5 euro.

I problemi sono stati confermati da DAZN che ha chiesto scusa per l’inconveniente, garantendo che i tecnici sono al lavoro per risolvere il problema.

Ecco il tweet di scuse di DAZN e alcuni di quelle di proteste degli utenti: