Cristiano Ronaldo al Monza: la risposta di Berlusconi non lascia dubbi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:52

Il Monza cade di fronte al Torino alla prima e storica partita in Serie A. Silvio Berlusconi si è soffermato sul mercato e su Cristiano Ronaldo dopo il match

Non sorride al Monza la prima storica partita nel campionato di Serie A. Di fronte agli 11 mila dell’U-Power Stadium, la squadra brianzola ha dovuto cedere le armi al Torino di Ivan Juric.

Ronaldo
Cristiano Ronaldo ©LaPresse

Biancorossi puniti da due errori difensivi e poco pericolosi in attacco, ad eccezione del gol nel recupero firmato dal neo-entrato Mota. Tanti volti nuovi nell’undici di Stroppa, con un Monza radicalmente cambiato dopo la massiccia campagna trasferimenti operata finora dall’Ad Galliani. Al suo fianco ieri in tribuna c’era anche il patron Silvio Berlusconi, che ha parlato di mercato e si lasciato andare anche a una battuta su Cristiano Ronaldo: “CR7 al Monza? No, questi grandi atleti non vengono in una neopromossa. Abbiamo provato con qualcuno giusto per vecchie conoscenze, ma non abbiamo fatto la proposta. Avevamo un gran colpo in canna ma è sfumato“, le parole dell’ex presidente del Milan ai giornalisti presenti al termine della sfida con il Torino.

Berlusconi prosegue parlando dello storico esordio del Monza nella massima categoria: “In 110 anni il Monza non aveva mai fatto la A, ci metteremo un po’ ad abituarci al livello della massima serie. Abbiamo cercato di rinforzare la squadra, qualcosa di buono si è visto. Speriamo di non sfigurare, l’obiettivo vero è quello di mantenere la categoria. Abbiamo fatto tredici acquisti e io sono quello che paga. Basta, non possiamo fare altro”.

Monza, Berlusconi fissa gli obiettivi: “La Champions solo una battuta”

Berlusconi Monza Milan
Silvio Berlusconi (Calciomercato.it)

La squadra di Stroppa deve crescere, Berlusconi carica l’ambiente e la squadra: “Il Monza deve migliorare, era solo la prima in campo. Tre dei giocatori schierati li abbiamo tesserati da poco, li abbiamo mandati in campo subito perché si erano allenati benissimo con i loro precedenti club, ma il Monza deve migliorare parecchio. La Champions League è stata solo una battuta. Ai ragazzi dopo il ko ho detto che bisogna crederci. Chi ci crede combatte, supera ogni ostacolo e vince. Io ci ho sempre creduto e ho vinto”.