PAGELLE E TABELLINO MILAN-UDINESE 4-2: male Leao. Rebic-Diaz, riserve a chi?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:37

Pagelle  tabellino di di Milan-Udinese, match valido per la prima giornata di Serie A

Goal e spettacolo a San Siro. Il Milan di Stefano Pioli chiude il primo tempo in parità contro l’Udinese: prima arriva il vantaggio del solito Becao, ormai un vero e proprio incubo per i rossoneri, poi il Diavolo la ribalta con Theo Hernandez dal dischetto e Rebic. Al 49′ il goal di Masina.

Le pagelle di Milan-Udinese
Ante Rebic ©LaPresse

La ripresa si apre con il centro di Brahim Diaz, che porta avanti nuovamente il Milan. Poi il raddoppio di Rebic, che chiude il match definitivamente.

Ecco i voti:

MILAN
Maignan 6 – Non ha colpe in occasione dei due goal presi. E’ attento nelle palle alte e ci delizia, ancora una volta, con un grande lancio che manda in porta Messias.

Calabria 7 – Primo tempo di alta qualità per il nuovo capitano. La fascia gli dà una nuova energia. Corre per tre: ci crede in occasione del rigore concesso ai suoi danni. Grande assist per Rebic. Nella ripresa è chiamato a controllare.

Kalulu 7 – Anche oggi non sbaglia la partita. Gioca da veterano e come tale copre le spalle a Tomori, dopo uno svarione a metà del primo tempo. E’ sempre sul pezzo, attento e concentrato.

Tomori 6 – Una lettura sbagliata macchia la sua partita ma c’è Kalulu a proteggergli le spalle. Poi è il Tomori che ha portato il Milan a blindarlo.

Hernandez 7 – E’ il solito treno. Già nel pre-campionato ci aveva dimostrato di star bene: non sbaglia dal dischetto e da un suo cross nasce il 3 a 2 di Brahim Diaz.

Krunic 6 – Ci mette il fisico, dando una mano importante alla squadra con la sua grinta. Dall’84’ Pobega s.v

Bennacer 6 – La sua prestazione, come gli capitava spesso la passata stagione, migliora nettamente con l’andare del match. Decisamente meglio in fase di interdizione che in quella di impostazione.

Messias 5,5 – Prestazione non all’altezza delle amichevoli svolte. Buona l’intesa con Calabria ma si perde clamorosamente Masina in occasione del 2 a 2. Grazie al suo pressing nasce il poker rossonero. Dal 70′ Saelemaekers 6 – Ha tanta voglia di fare, per poco non gli riesce un eurogoal.

Diaz 7,5 – La concorrenza sembra proprio fargli bene. Premia così l’intuizione di Pioli di puntare su di lui. Gioca bene con la squadra e da vero rapace d’area approfitta di un errore della retroguardia bianconera. Poi sforna l’assist per Rebic, dimostrando che ha una voglia matta di dire la sua. Dal 70′ De Ketelaere 6,5 – Entra in campo e senza timore prova subito la giocata. Qualità, grinta e sacrificio: si mette a disposizione della squadra, dando un antipasto di quello che potrà fare in futuro.

Leao 5 – Partita complicata per il portoghese. Si sacrifica tanto ma manca la giocata del campione. Ci prova nel finale del secondo tempo con un grande tiro ma la palla termina alta. Dall’84’ Origi s.s.

Rebic 7,5 -DLa sua partita inizia perdendosi Becao che segna il vantaggio bianconero. Poi rialza la testa giocando per la squadra. Segna due goal da vera prima punta. Dal 70′ Giroud 6 – Sta bene ed è quello che conta, entra quando la partita è ormai in archivio.

Alll. Pioli 6,5 – Il suo Milan gioca bene e fa divertire San Siro ma due goal subiti, su due cross, non possono trovare giustificazioni.

UDINESE

Silvestri 5,5 – Non perfetto in occasione del 3 a 2 rossonero, anche se le principali responsabilità non sono sue.

Becao 6,5 – Ormai è un vero e proprio incubo per il Milan. Vede rossonero e segna. E’ lui a sbloccare la partita e dietro se la cava più dei compagni di reparto.

Nuytinck 5 – Quando il Milan attacca va in difficoltà. Fatica a trovare le contromisure ad Ante Rebic.

Perez 4,5 – E’ quello che soffre di più le offensive rossonere, andando completamente in affanno. Dal 66′ Ebosse 5,5 – Entra nel momento più complicato quando la retroguardia non è più protetta dalla retroguardia e va in difficoltà.

Soppy 5,5 – Nonostante sia solo un classe 2002 mostra tanta personalità. Prova a tener testa a Theo Hernandez, sfidandolo. Va premiato per il coraggio.

Pereyra 5,5 – La sua qualità stasera si vede a tratti. Si fa soffiare il pallone cn troppa facilità da Brahim Diaz, in occasione del poker rossonero.

Walace 5 – Fatica ad imporsi tra le maglie rossonere. Non sempre appare lucido nella giocata. Dal 76′ Lovric s.v.

Makengo 5,5  – Come il compagno non appare nella giornata migliore. Avrà tempo per rifarsi. Dal 76′ Samardzic s.v.

Masina 5,5 – Soffre tanto la fascia destra del Milan. Illude con il goal del 2 a 2, poi da un suo erroraccio i rossoneri tornano avanti. Dall’81’ Ebosele 5,5 – Gli bastano pochi minuti per trovare il cartellino giallo.

Success 5 – Parita di sacrificio per l’attaccante, che perde il duello con i centrali rossoneri. E’ costretto, per tutta la gara, a giocare spalle alla porta e non è per nulla facile. – Dal 66′ Beto 5,5 – Vita dura tra Kalulu e Tomori. Mai davvero pericoloso.

Deulofeu 6 – Ha più qualità dei suoi compagni e si vede. In area di rigore, stasera, però, è meno preciso di altre volte.

All. Sottil 5,5 – Tiene testa al Milan nel primo tempo. Crolla nella ripresa quando la squadra perde le proprie energie e i cambi non lo aiutano.

MARINELLI 5,5 – Il rigore concesso al VAR è destinato a far discutere. Dopo un primo tempo complicato, nella ripresa fila tutto liscio. Gestisce bene i cartellini.

TABELLINO
Milan – Udinese 4-2

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Hernandez; Krunic, Bennacer; Messias, Diaz, Leao; Rebic.
A disposizione: Tatarusanu, Mirante, Touré, Adli, Giroud, Bakayoko, Kjaer, Florenzi, Origi, Pobega, Gabbia, Saelemaekers, De Ketelaere.
All. Pioli

Udinese (3-5-2): Silvestri; Becao, Nuytinck, Perez; Soppy, Pereyra, Walace, Makengo, Masina; Success, Deulofeu.
A disposizione: Padelli, Piana, Festy, Lovric, Beto, Abankwah, Palumbo, Ebosse, Samardzic, Benkovic, Bijol, Nestorovski, Guessand, Pafundi.
All. Sottil

GOAL: 2′ Becao (U), 11′ Theo Hernandez (M), 15′ e 67′ Rebic (M), 49′ Masina (U)
AMMONITI: 9′ Soppy (U), 34′ Becao (U) e Krunic (M), 54′ Perez (U)
ESPULSI:

Arbitro: MARINELLI
Assistenti: BOTTEGONI – GALETTO
IV Uomo: GARIGLIO
VAR: MAZZOLENI
AVAR: BRESMES