Il rimprovero di Pioli dopo Milan-Udinese: “È un errore grave”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:40

Il tecnico del Milan, Stefano Pioli, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine del primo match di Serie A vinto contro l’Udinese

È cominciato bene il campionato del Milan. I campioni d’Italia in carica hanno avuto la meglio sull’Udinese targato Andrea Sottil, che si è dovuto arrendere tra mura di San Siro sul punteggio a sfavore di 4-2.

Milan Udinese Pioli
Stefano Pioli a Dazn

Una buona prova nel complesso quella del ‘Diavolo’, ma certamente ci sono degli aspetti da rivedere. Ne è consapevole il tecnico Stefano Pioli, intervenuto ai microfoni di ‘Dazn’ durante il post partita: “Non ci è piaciuto prendere gol dopo poco tempo, dobbiamo iniziare meglio le partite. Abbiamo giocato poi mezz’ora di gran calcio. Abbiamo affrontato un avversario difficile, molto fisico“.

REBIC: “Tantissimo, Ante è fortissimo. Ha tutte le caratteristiche per essere un giocatore importante, lo so io e lo sa lui. Spesso si giudicano gli attaccanti solo per i gol, ma il lavoro che ha fatto per la squadra è stato importante“.

BRAHIM DIAZ: “A Brahim chiediamo di essere presente in area, oggi ha segnato, ha fatto segnare, ha lavorato tanto. Lui come altri giocatori hanno giocato alcuni palloni con leggerezza che hanno permesso all’Udinese di segnare. Dobbiamo lavorarci bene ma abbiamo fatto una buona partita“.

FASE DIFENSIVA: “Abbiamo preso due gol su palla inattiva, bisognerà lavorarci meglio, li rivedremo. Quando lavoriamo bene in avanti anche i difensori sono favoriti. A volte sembriamo più attenti quando difendiamo alti che vicino all’area, questo è un errore grave. Dobbiamo rivedere anche alcune letture in difesa“.

Milan-Udinese, Pioli: “Bisogna dare tempo a De Ketelaere”

Milan Udinese Pioli
Stefano Pioli © LaPresse

DE KETELAERE: “Impressioni molto positive, è molto intelligente e sa leggere in anticipo le situazioni. Ha avuto un’estate particolare e la sua condizione non è la migliore, ma i minuti che sta facendo lo stando aiutanto a capire i nostri meccanismi. Era abituato a fare un po’ più da solo, ora deve collaborare coi compagni ci vuole un po’ di tempo. Bisogna dargli tempo“.

PREPARAZIONE: “Se abbiamo cambiato qualcosa? No abbiamo fatto gli stessi carichi, è importante essere subito pronti, abbiamo un modo di allenare che richiede grande intensità. La condizione è già buona, troppe volte si fa riferimento alla condizione fisica, ma è la prestazione che deve portare a un modo di giocare. Sappiamo che se corriamo tanto e bene abbiamo più possibilità“.

TIFOSI: “Sono fantastici, non vedevamo l’ora di tornare a giocare davanti a loro. Sentire il coro ‘Pioli is on fire’ è sempre emozionante. Dobbiamo lavorare ora, abbiamo iniziato bene, dobbiamo cercare di non ripetere gli errori. Dobbiamo cercare di essere più perfetti possibile“.