Cristiano Ronaldo rassegnato: la data del ritorno in Serie A

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:42

Calciomercato, le ultime sul futuro di Cristiano Ronaldo: il destino del portoghese sarebbe definitivamente segnato

Poco meno di un anno fa il suo ritorno al Manchester United sembrava potersi configurare come l’ennesima pagina di storia calcistica da inserire in un libro che il fenomeno lusitano Cristiano Ronaldo ha contribuito a scrivere grazie a gol a raffica e giocate sontuose.

Calciomercato Roma Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo ©LaPresse

In realtà, il sodalizio United-Ronaldo è durato soltanto pochi mesi, ed ha lasciato il posto al diffuso malumore che il cinque volte Pallone d’oro ha progressivamente maturato nel corso di una stagione che non ha mai visto i Red Devils recitare un ruolo da protagonista. E così, sebbene sia legato al club ‘rosso’ di Manchester da un contratto in scadenza nel 2023, l’ex Juve da tempo ha esternato il suo desiderio di cambiare aria, alla ricerca di un club che disputi la prossima edizione della Champions League: la volontà di riappropriarsi di quel trono dal quale è stato spodestato molte volte per demeriti altrui è troppo forte, così come la consapevolezza di poter fornire ancora un contributo determinante.

Calciomercato, Ronaldo ‘rassegnato’: futuro deciso

Ronaldo United ten Hag
Cristiano Ronaldo ©LaPresse

Da questi presupposti sono partiti le diverse proposte con le quali Jorge Mendes ha sondato il terreno con il Chelsea, l’Atletico Madrid e lo Sporting CP (tra le altre). Abboccamenti ci sono stati anche con diversi club di Serie A: dapprima la Roma, poi il Napoli e infine il clamoroso ritorno alla Juventus. A poco meno di tre settimane dalla chiusura ufficiale dei battenti della sessione di calciomercato, dunque, il futuro di Ronaldo sembra essere segnato. Stando a quanto riferito da AS, infatti, il lusitano si sarebbe rassegnato a restare al Manchester United in questa stagione, almeno fino all’apertura del mercato invernale.

Ten Hag è consapevole del fatto che gli si prospetta un ruolo non di certo invidiabile: l’insofferenza mostrata dal portoghese in tutto il precampionato non ha lasciato indifferente il manager dei Red Devils, che però non perde le speranze di coinvolgerlo nel progetto, rendendolo un punto di riferimento. Tutto da scoprire, semmai, il modo con il quale CR7 reagirà a questo status quo, in attesa di trovare un’altra sistemazione a gennaio. Magari in Italia se Juve o Napoli passeranno il turno in Champions e avranno bisogno di lui.