Rottura totale e ansia Inter: Juve e Milan fiutano il colpo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:59

A pochi giorni dall’inizio del campionato, le strade di Inter, Juventus e Milan potrebbero incrociarsi anche sul fronte difensivo

Con un occhio alle vicende di campo e uno al display del telefono, i dirigenti italiani si apprestano a vivere tre settimane caldissime tra campionato e calciomercato. Ancora a caccia degli ultimi rinforzi, Inter, Juventus Milan sono accomunate dalle stesse esigenze in alcuni settori del campo. Per quanto riguarda i nerazzurri, ogni mossa nel reparto difensivo è vincolata all’eventuale partenza di Milan Skriniar. Già da tempo nel mirino del PSG, il difensore slovacco viene valutato 70 milioni dalla dirigenza interista che, sin qui, non ha ancora ricevuto il rilancio giusto da parte della squadra francese.

Rottura totale e ansia Inter: Juve e Milan in agguato
Simone Inzaghi ©LaPresse

A pochi giorni dall’inizio della Serie A, Simone Inzaghi non vorrebbe perdere il suo gigante difensivo, ma le esigenze societarie potrebbero avere la meglio su questo fronte. In caso di partenza dell’ex Sampdoria, il tecnico nerazzurro potrebbe essere “risarcito” con un nome di caratura internazionale. Il principale indiziato a rispondere a questo identikit sembra Manuel Akanji. Il 27enne svizzero è entrato in rotta di collisione con il Borussia Dortmund, rifiutando l’ultima proposta di rinnovo e finendo sostanzialmente fuori rosa.

Calciomercato Inter, Juve e Milan non mollano Akanji

Manuel Akanji ©LaPresse

Una situazione dalla quale l’Inter potrebbe trarre giovamento, con un prezzo del cartellino che sarebbe sceso a 20-25 milioni di euro. Il solo anno di contratto con il BVB ha ingolosito anche altre squadre. Secondo ‘Bild’, infatti, oltre ad alcune big inglesi (Arsenal e Manchester United), di recente anche Juventus Milan sarebbero tornate alla carica per il calciatore. Stando a ‘Sport 1’, nei mesi scorsi le elevate richieste economiche di Akanji (13 milioni di euro lordi) avrebbero ‘spaventato’ la dirigenza bianconera. Pur di non vivere una stagione da separato in casa e da comprimario, il difensore elvetico potrebbe rivedere al ribasso le proprie pretese salariali.

Arrivato a Dortmund nel gennaio del 2018, l’ex Basilea ha collezionato 157 presenze, 4 gol e 2 assist con la maglia giallonera, ma nelle prime due uscite stagionali non ha disputato nemmeno un minuto, anche a causa del braccio di ferro intrapreso con la società tedesca.