Donadoni benedice De Ketelaere e sulla corsa scudetto: “Ecco le due favorite”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:57

Il Milan dovrà difendere lo scudetto vinto lo scorso anno dagli assalti della concorrenza. Sui rossoneri in particolare si è concentrato in un’intervista Roberto Donadoni 

Presto ripartirà la corsa scudetto con le big all’inseguimento del Milan campione d’Italia. Una sfida che oltre ai rossoneri vedrà impegnata certamente anche l’Inter come confermato anche dal tecnico Roberto Donadoni che ha fatto il punto della situazione ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’: “Sono le due squadre che, al momento, vedo più pronte e più organizzate. Le altre mi sembra che debbano ancora sistemare qualcosa. La Juve dopo aver dominato per tanti anni, è andata incontro a qualche difficoltà e adesso sta cercando di trovare il giusto equilibrio. Ma deve registrarsi un po’ in tutti i reparti. La Roma sono curioso di vederla all’opera. Inter e Milan, invece, hanno già le basi solide e partono avvantaggiate”.

Milan, Donadoni su scudetto, Tomali e Leao
Donadoni ©LaPresse

Donadoni ha quindi espresso giudizi più nel dettaglio sul Milan partendo da De Ketelaere: “L’ho visto in azione, anche se non tantissime volte, e ne ho ricavato un giudizio positivo. E poi è molto giovane, ha ampi margini di miglioramento. Non è un classico trequartista il cui gioco, spesso, risulta fine a se stesso. E’ uno che sposa la filosofia della squadra. Sono curioso di vedere come la squadra di Pioli riuscirà a migliorare, e dove. Aspetto la definitiva esplosione di Leao, che ha potenzialità incredibili, e guardo con attenzione Tonali. E dell’Inter seguo Brozovic e voglio capire come sarà l’inserimento di Mkytharyan”.