Calciomercato Milan, De Ketelaere non basta: ecco il colpo scudetto

Dopo aver chiuso la pratica De Ketelaere, al Milan manca ancora qualche tassello dal mercato per completare la rosa

Si è chiusa nel migliore dei modi la lunga telenovela tra il Milan e il Bruges per Charles De Ketelaere. Il nuovo trequartista rossonero sta per concludere l’iter delle visite mediche prima di diventare ufficialmente un nuovo calciatore della rosa di Stefano Pioli.

Calciomercato Milan, Renato Sanches per il colpo scudetto
Stefano Pioli ©LaPresse

Il mercato del Milan, però, non si chiuderà con l’arrivo del giovane talento belga. I rossoneri punteranno adesso altri obiettivi sul mercato per cercare alzare ulteriormente il livello di competitività della squadra in vista di una stagione particolarmente dura, nella quale avranno il compito di difendere il titolo di campioni d’Italia.

Nello specifico, Stefano Pioli in quest’ultimo mese di calciomercato potrebbe aspettarsi un altro centrale di difesa per allungare la panchina rossonera in vista dei tanti impegni ravvicinati. Attenzione anche sulla mediana, dove lo spostamento sulla trequarti di Adli potrebbe spingere il Milan sul mercato alla ricerca di un nuovo centrocampista.

Calciomercato Milan, Renato Sanches per il colpo scudetto

Calciomercato Milan, Renato Sanches per il colpo scudetto
Renato Sanches ©LaPresse

In vista dell’obiettivo seconda stella fissato dal Milan per la prossima stagione, è stato chiesto agli utenti di Calciomercato.it di scegliere un solo colpo per i rossoneri da qui a fine mercato. Nel sondaggio lanciato su Twitter a trionfare è stato Renato Sanches al 52,3%, centrocampista del Lille che i rossoneri trattano dallo scorso gennaio. Sul portoghese, va ricordato, risulta al momento in vantaggio il Paris Saint Germain.

Alle spalle del grande obiettivo del Milan per il centrocampo rossonero, i tifosi hanno scelto Ziyech al 33% in uscita dal Chelsea. Al terzo posto è stata individuata l’esigenza di fare in entrata un centrale tra Diallo e Tanganga al 7,8%, mentre all’ultimo posto con il 6,4% è stata votata l’opzione ‘nessuno’.