Calciomercato, ammissione su Raspadori: “Ci sono Napoli e Juve”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20

Uno dei nomi più in voga del momento in Serie A è certamente Giacomo Raspadori conteso tra Napoli e Juventus. L’ammissione di Giovanni Carnevali 

Tutti pazzi per Giacomo Raspadori, attaccante classe 2000 del Sassuolo reduce da un’ottima stagione di Serie A e nel mirino delle big in questa sessione di calciomercato. Il talento della nazionale è l’obiettivo principale per il reparto offensivo del Napoli di Luciano Spalletti, che con lui potrebbe anche optare per un 4-2-3-1, vista la duttilità che il calciatore presente su tutto il versante offensivo.

Carnevali su Raspadori a Napoli e Juventus
raspadori © LaPresse

Un autentico jolly che piace però anche alla Juventus, nonostante il Napoli si sia portato avanti con l’entourage, mentre De Laurentiis è alle prese con le alte richieste del Sassuolo, da non meno di 40 milioni di euro. Gli azzurri in particolare ci lavorano da tempo, ma occhio all’inserimento dei bianconeri che provano lo sgambetto.

Calciomercato, Carnevali su Raspadori a Napoli e Juventus: “Decisione in pochi giorni”

Carnevali su Raspadori a Napoli e Juventus
Raspadori © LaPresse

Il Sassuolo però ha tutte le intenzioni di archiviare la questione Raspadori nel più breve lasso di tempo possibile, come evidenziato anche dall’amministratore delegato Giovanni Carnevali che ai microfoni de ‘Il Giornale’ ha candidamente ammesso: “Per Giacomo ci sono gli occhi di Napoli e Juventus. È chiaro che il mercato è ancora lungo e tutto può ancora succedere, ma è altrettanto vero che la nostra idea è quella di porre termine alle trattative nel giro di pochi giorni per concentrarci sul campionato”.

L’ad del Sassuolo ha dunque ammesso gli interessamenti di Napoli e Sassuolo per Raspadori, ma al contempo ha anche sottolineato l’intenzione del club neroverde di chiudere il tutto quanto prima per potersi concentrare al 100% solo sul campo, ed in particolare sull’inizio del campionato di Serie A previsto per metà agosto. Circa due settimane ancora prima della riapertura delle ostilità.