Pinamonti: cosa c’è dietro i 4 rifiuti

L’Inter punta a far cassa tramite la cessione di Andrea Pinamonti, il cui valore è schizzato dopo la super annata disputata con l’Empoli

Il mercato attuale suggerisce che Andrea Pinamonti non vale ancora i circa 40 milioni di euro pagati dal West Ham per il connazionale e coetaneo Gianluca Scamacca. Le 13 reti siglate in campionato dal centravanti dell’Inter durante il prestito dell’ultima stagione all’Empoli, hanno comunque ridotto il gap con l’ex Sassuolo e rilanciato il valore del suo cartellino.

Calciomercato Inter, Pinamonti vuole solo l'Atalanta

Uno dei nomi più gettonati in questa finestra di mercato nel campionato italiano è proprio quello di Pinamonti. L’attaccante sino a questo momento ha ricevuto l’interesse di ben quattro squadre: Monza, Salernitana, Sassuolo e Atalanta. Tra queste, chi si è più avvicinato al classe 1999, è sicuramente la società campana.

Come rivelato ai nostri microfoni da Francesco Fimmanò (Legale della Salernitana), un accordo di massima con l’Inter era stato raggiunto nei giorni scorsi. L’operazione prevedeva un’offerta da 20 milioni di euro, già accettata in quanto congrua da parre del club nerazzurro. A bloccare la trattativa, però, ci ha pensato lo stesso Pinamonti, il quale ha rifiutato momentaneamente la destinazione.

Calciomercato Inter, Pinamonti vuole solo l’Atalanta

Calciomercato Inter, Pinamonti vuole solo l'Atalanta

Salernitana a parte, nella testa di Pinamonti c’è una sola squadra tra quelle che lo hanno avvicinato in Serie A. L’attaccante cresciuto nelle giovanili dell’Inter ha infatti rifiutato anche un’offerta proveniente dall’estero ed un sondaggio iniziale del Monza. Mentre il Sassuolo, forte del bottino incassato dalla cessione di Scamacca, ha iniziato a valutare altri profili dopo aver saputo di non essere in cima alle preferenze dell’attaccante nerazzurro.

Pinamonti attende dunque uno scossone da parte dell’Atalanta, club che da settimane lo corteggia senza mai affondare il colpo. L’ultima offerta pensata dalla società bergamasca ammonta a 15 milioni di euro, 5 in meno rispetto ai 20 chiesti dall’Inter. Club nerazzurro che in ogni caso vorrebbe inserire anche un controriscatto a 30 milioni di euro, utilizzando la stessa formula che aveva già concordato con la Salernitana.

Lo stesso Pinamonti, il cui status è nettamente cresciuto dopo l’exploit dell’ultima stagione ad Empoli, vorrebbe un segnale forte dall’Atalanta chiamata a cedere prima un attaccante tra Muriel e Zapata. Una rinuncia di questo calibro spazzerebbe via ogni dubbio dalla testa dell’attaccante dell’Inter per il definitivo via libera.