ESCLUSIVO | Juve-Firmino, le condizioni per il closing e la pazza idea di Allegri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:39

Firmino-Juve, l’idea è arrivata dall’agenzia che segue il brasiliano. Cherubini detta le condizioni, spunta un tema tattico clamoroso

Firmino alla Juve: sui social impazzano e si rincorrono voci. Il brasiliano è in uscita dal Liverpool, la sua agenzia, la Rogon, lo sta proponendo per consentire all’attaccante di farsi trovare al top per il Mondiale.

Firmino
Firmino ©LaPresse

La Juventus è una delle primissime scelte. Giusto partire, però, dai presupposti. Secondo quanto appreso dalla redazione di Calciomercato.it dopo aver sondato da ambienti societari, nessun closing per Firmino è da considerarsi imminente.

Sempre dalla Juve, però, non si smentisce affatto l’ipotesi che l’operazione possa esser messa in piedi ed esser anche portata a termine. Firmino ha bisogno di una nuova sistemazione di alto profilo, di continuare a mettersi in mostra per non perdere il Mondiale. L’attaccante è consapevole che il ct verdeoro Tite lo terrà in considerazione solo se maturerà nei prossimi mesi minuti e performance in palcoscenici di livello.

Calciomercato Juventus, nuovo modulo per favorire l’arrivo di Firmino

Roberto Firmino
Roberto Firmino ©LaPresse

La Juve sta già riflettendo su come innestare Firmino. Sempre secondo quanto appreso dalla nostra redazione, si potrebbe anche immaginare un attacco con Chiesa, Vlahovic, Di Maria e Firmino. Quattro stelle di assoluta grandezza in un 4-2-3-1 che vuol assaltare la Champions oltre al campionato.

Il Liverpool, però, sempre secondo le informazioni raccolte chiede 30 milioni. Troppi per la Juve. La trattativa si può chiudere solo se i Reds scendono a più miti consigli: 18 milioni, massimo 20 bonus compresi.

Non siamo ancora in una fase tale da poter considerare avviato questo step: Allegri dovrà attendere, anche se tutte e tre le parti vogliono un deal che consenta a Firmino di giocare ed ai club di trovare la soluzione migliore. Fondamentale per il brasiliano vedersi garantito un posto dove potersi esprimere: per la Juve, poi, c’è da riflettere sulla durata del contratto da offrire ad un classe ’91.