Milan sconfitto e tripla bocciatura: social scatenati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:17

Il Milan in grande difficoltà nel primo tempo contro gli ungheresi dello Zalaegerszegi: i tifosi sui social sono molto preoccupati e se la prendono soprattutto con alcuni

Ci si aspettava molto dal Milan scudetto anche in questa preparazione estiva, soprattutto dopo la vittoria col Colonia. Invece i rossoneri di Pioli in Ungheria, più che altro nel primo tempo, hanno fatto tutt’altro che bene e hanno scatenato le preoccupazioni di alcuni tifosi. Non tutti, bisogna dirlo. Nel senso che tanti prendono il match per quello che è, ovvero un’amichevole di luglio con una formazione iniziale rimaneggiatissima e piena zeppa di giovani e rincalzi. Altrettanti, però, si sono comunque detti preoccupati le le prestazioni di chi dovrebbe essere titolare o comunque un giocatore importante della rosa.

pioli maldini milan zte brahim messias rebic
Pioli e Maldini © LaPresse

Soprattutto considerando che dal mercato sono arrivate ancora pochissime gioie e che l’avversario di oggi era lo Zalaegerszegi. Giroud ha segnato, ma quando il risultato era già sullo 0-3 in meno di mezz’ora di gioco. Nonostante il buon secondo tempo (che non ha comunque evitato il ko 2-3) I tifosi rossoneri ne hanno avute un po’ per tutti, ma in particolare per tre. “Il ruolo di vice-Leao non è semplice. L’ideale sarebbe avere un giocatore tecnicamente pulito, in grado di essere una certezza alle giornate no di Leao. Insomma, l’opposto di Rebic”, “A proposito di quei tre milioni da aggiungere all’offerta per De Ketelaere, siete tutti sintonizzati sulla prestazione di Brahim? Non è cambiato nulla dall’anno scorso, si schianta anche contro i difensori“, “Voi state impazzendo per un belga che avete conosciuto su YouTube io sono preoccupato che manca il sostituto di un giocatore unico come Kessie”.

ZTE-Milan, i tifosi sui social scatenati: critiche pesanti a Rebic, Diaz e Messias

Maldini
Maldini © LaPresse

Più di qualcuno ha espresso dei dubbi e perplessità sullo stato del mercato del Milan: “Ma siccome abbiamo vinto lo scudetto bisogna festeggiare quindi grandi. Bene così, che lo facciamo a fare il mercato con questo squadrone?”, “Rebic è un bidone, Saelemaekers tutta la vita”, Messias (il legittimo titolare del ruolo, fonte tuttapposters) in difficoltà per colpa dell’alto livello dello Zalaegerszegi, ci sta”, “Ha messo ‘su i muscoli’, ‘lo vedo tonico’, ‘ha ingoiato Hulk’… Però Brahim è sempre il solito innamorato del pallone che non lo passa nemmeno sotto minaccia armata. Deve essere più concreto, utile e meno fronzoli”. Sono quindi Ante Rebic, Junior Messias e Brahim Diaz i principali bersagli delle critiche dei sostenitori milanisti. “Messias si sente inamovibile e cazzeggia, non diamogli altre possibilità”, “A Maldini affiderei pure la vita dei miei figli ma Messias non andava riscattato”, gli altri commenti sul brasiliano.

In molti hanno espresso la loro preoccupazione, anche sul mercato appunto: “È tutta una tattica per abbassare la pressione di essere campioni d’Italia”, “Un Milan versione giampaoliana quest’oggi direi”, “Ma cosa sto guardando. E c’è pure gente che insulta chi critica il mercato”, “Mai come in questo momento della stagione servono i bagnetti d’umiltà”, “23 Luglio: Messias titolare a destra, Diaz/Adli trequartisti, Pobega sostituto di Kessie. Va tutto bene”. I tifosi, insomma, chiedono rinforzi a gran voce soprattutto in mediana e sulla trequarti.