Roma, Celik si presenta: i retroscena sulle offerte, Mourinho e il colloquio con Under

Le parole in conferenza stampa di Zeki Celik, terzino ex Lille che si è presentato davanti ai giornalisti

Si è presentato anche il terzo acquisto estivo della Roma, Zeki Celik. Dopo Svilar e Matic, il terzino turco ha preso la parola in conferenza stampa proprio il giorno prima della partenza per il ritiro portoghese.

Roma, Celik si presenta: i retroscena sulle offerte, Mourinho e il colloquio con Under
Celik ©LaPresse

L’ex Lille è arrivato in giallorosso dopo una trattativa piuttosto impegnativa, come ammesso anche da Tiago Pinto in partenza di conferenza: “Siamo molto felici di aver portato Zeki a Roma. Anche se ha solo 25 anni ha molta esperienza internazionale. Non è stata una trattativa semplice, ma la volontà del giocatore è stata importante e questo mi rende felice. Darà qualità alla squadra”. La parola passa subito a Celik: “La Roma è un grandissimo club, mi ha lusingato che mi abbia voluto fortemente. È un‘occasione per me di alzare l’asticella, è una motivazione in più lavorare con lui. Mi ritengo bravo nella fase difensiva, ma posso migliorare e soprattutto in fase offensiva devo fare ancora meglio. Ho sempre sognato di giocare in Serie A e sono venuto appena ho avuto l’occasione”.

Roma, Celik si presenta: “Tra me e Karsdorp sarà una bella competizione”

Roma, UFFICIALE la firma di Celik: i dettagli
Zeki Celik (foto Calciomercato.it)

La conferenza del nuovo terzino della Roma spazia anche sul lato più strettamente tattico: “Mi sono trovato bene sia con la difesa a quattro che a cinque, deve decidere il mister e ancora non ci siamo confrontati su questo”. Un anno fa Celik ha giocato all’Olimpico nella partita di apertura degli Europei contro l’Italia, perdendo 3-0: “Me lo ricordo molto bene, è imponente e ha un’atmosfera bellissima. Non è un ricordo bellissimo visto il risultato, ma sicuramente per l’atmosfera sì. Da bambino guardavo tante partite e i terzini, ma non mi sono ispirato a un giocatore in particolare”. Celik ha avuto altre offerte, ma ha scelto la Roma: “Nella trattativa anche altre squadre di altri paesi si sono interessate a me, ma ho deciso di venire alla Roma perché pensavo fosse la scelta più giusta per me e il posto in cui sarei stato più felice”.

Quest’anno se la dovrà vedere con Karsdorp: “Ogni giocatore vuole essere titolare, giocare e sudare per questa squadra. So che anche la scorsa stagione Karsdorp ha fatto una grande annata giocando quasi sempre e vincendo una coppa, fa parte dei successi della Roma. Credo che ci sarà una bella competizione tra noi due, che può dare i suoi frutti. Under l’ho sentito, mi ha parlato molto bene della Roma e mi ha detto che dovevo assolutamente venirci, quindi ringrazio anche lui”. Celik viene da un campionato fantastico vinto con la maglia del Lille, contro ogni pronostico: “Qui in Serie A con la Roma procederemo per gradi cercando di arrivare il più in alto possibile a piccoli passi dando tutto quello che abbiamo”. E infine sulla pressione di Roma e di Mourinho: “Mourinho lo conosciamo tutti, lo stile e il dialogo che ha con i giocatori e gli allenamenti. Per me sarebbe una grandissima occasione lavorare con lui, per migliorare ancora. Non avremo problemi di armonia e compatibilità”.