CM.IT | Pioli vuole qualità: il doppio colpo per un grande Milan

Al via la stagione 2022/2023 del Milan, Stefano Pioli ha parlato chiaro: club a caccia di qualità

Qualità. È questa la parola d’ordine a Milanello. Il Milan si è ritrovato stamattina al centro sportivo di Carnago, per la prima volta da campione d’Italia. Volti distesi e sorridenti tra i dirigenti. Dopo la lunghissima trattativa per il rinnovo, prima uscita pubblica insieme per Paolo Maldini e Frederic Massara, con Ivan Gazidis.

Raduno Milan
Maldini, Massara e Gazidis (foto CMIT)

Il Direttore dell’area tecnica e il Direttore sportivo sono stati accolti da grandi applausi da parte dei tifosi presenti a Milanello. Hanno poi assistito agli allenamenti, tra una telefonata e l’altra. Cellulari bollenti: Pioli, in conferenza stampa, è apparso sereno e tranquillo, convinto che Maldini e Massara acquisteranno i calciatori giusti per rendere il Milan più forte.

Il mister ha riabbracciato un Pobega più maturo, grazie alla cura Juric, e accolto il talento, tutto da scoprire, di Adli. Sono loro di fatto i volti nuovi a Milanello. Domani toccherà a Divock Origi, iniziare a lavorare con Stefano Pioli.

Calciomercato Milan, i nomi sul taccuino di Maldini e Massara

C’è attesa per i nuovi colpi: tra i campi di Milanello il nome di Hakim Ziyech risuona sempre più forte. La voglia – nonostante le tante difficoltà – di chiudere il grande colpo è davvero tanta. Basta vedere il volto di Pioli, durante una domanda sul marocchino, per capire quanto potrebbe essere importante un giocatore così per i suoi schemi. Il mister campione d’Italia vuole qualità, vuole calciatori intelligenti che sappiano saltare l’uomo.
Ecco perché la pista Ziyech va seguita con attenzione, al pari di quella che porta a Charles de Ketelaere. L’uno non esclude l’altro. Il belga piace parecchio, è ritenuto il profilo perfetto per il Milan.

Dybala
Dybala © LaPresse

Dybala? Non è un’idea da scartare ma è un affare che può decollare solo alle giuste cifre. L’argentino deve abbassare le proprie pretese. È evidente che l’ex Juve rappresenta un’alternativa al belga. Sullo sfondo resta Noa Lang, anche se in questo momento non è una pista da considerarsi calda ma può riaprirsi in ogni momento. Renato Sanches? La speranza di vederlo a Milanello non è ancora perduta.