Lukaku-Inter corsa contro il tempo. Sì a 100 milioni per Lautaro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:17

Domani altra tappa fondamentale per il ritorno di Lukaku all’Inter: Marotta vuole creare il tridente esplosivo, ma per Lautaro non è comunque escluso niente

Romelu Lukaku continua ad avvicinarsi a grandi falcate al ritorno all’Inter. Nei giorni scorsi è saltato il summit con il Chelsea per impegni del presidente Blues. Domani è pronto ad andare in scena in videoconferenza il nuovo incontro in cui i nerazzurri si aspettano una sorta di richiesta ufficiale dei londinesi.

lukaku inter lautaro martinez
Lukaku e Lautaro Martinez © LaPresse

La prima ufficiosa era di almeno 15 milioni per il prestito, bel lontana dai 5 offerti dall’Inter che però – scrive ‘La Gazzetta dello Sport’ – è pronta a raddoppiare per chiudere intorno ai 10, a metà strada. La fiducia resta, così come l’acquolina in bocca per un tridente clamoroso con Lautaro Martinez e Dybala. Lukaku ha già convinto il Chelsea a lasciarlo andare in prestito, ora serve l’accordo tra i club entro il 30 giugno per permettere all’Inter di sfruttare il Decreto Crescita. I tifosi pregustano il trittico da sogno, anche se c’è l’eventualità che sia solo per un anno vista la formula del ritorno del belga. Che però può arrivare prima di Dybala, con cui il nodo è legato ai bonus.

L’Inter sacrifica Skriniar e Dumfries, ma se arriva la maxi offerta per Lautaro…

Calciomercato Inter, Conte porta via Lautaro per 90 milioni
Lautaro Martinez ©LaPresse

L’Inter vuole puntare su tutti e tre, trattenendo anche Lautaro Martinez grazie ai sacrifici di Skriniar e Dumfries. E, oltre a Sanchez, deve partire anche uno tra Dzeko e Correa. Ma, come riporta la ‘rosea’, se mai dovesse arrivare un’offerta a tre cifre per il Toro (tradotto, almeno 100 milioni), allora tutto cambierebbe e anche l’argentino diventerebbe non più cedibile. E in quel caso, ovviamente l’Inter andrebbe a prendere un altro attaccante, magari anche lui giovane e di prospetto anche se già di valore. Meglio non farsi trovare impreparati anche in vista della prossima stagione.