Fumata nera per la Juve: triplo addio immediato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:29

La Juve si sta muovendo sul calciomercato in entrata, ma attenzione anche alle uscite. In tre sono pronti a lasciare subito i bianconeri

La Juve avanza sul calciomercato, alla ricerca dei profili giusti, praticamente in ogni reparto, per rinforzare la rosa a disposizione di Massimiliano Allegri.

Fumata nera per la Juve: triplo addio immediato
Dirigenza Juventus ©LaPresse

Sono diversi i profili nel mirino della Vecchia Signora, a partire da Paul Pogba che ormai sembra veramente vicino al ritorno in bianconero. Non ci sono, però, solo i colpi in entrata, ma anche le possibili uscite. E, in questo caso, attenzione a diversi tavoli. Ne ha parlato il giornalista Romeo Agresti durante la diretta di ‘Juventibus’ su Twitch: “Non c’è aria di rottura, la Juve non è andata da Rabiot a dirgli di trovarsi un’altra squadra. Il giocatore ha un gran rapporto con tutti all’interno della squadra. Rinnovo? Ad oggi non ne hanno ancora parlato, ma non mi sembra ci siano i presupposti perché parta in questa sessione di calciomercato”.

E, sempre in uscita, attenzione alle situazioni di Ramsey e Arthur: “Per il brasiliano, il residuo a bilancio è di 43 mln, lo puoi solo dare in prestito e secondo me andrà via. Sarebbe partito volentieri già a gennaio. Col Mondiale alle porte, se rimanesse a Torino non giocherebbe mai. Quindi, dovrà cercare un’altra destinazione per rilanciarsi. Su Ramsey, invece, l’unica soluzione è risolvere il contratto con una buonuscita. Dal punto di vista fisico, è un calciatore finito ad alti livelli. Su Zakaria, anche a me è arrivata qualche voce sull’Atletico Madrid, ma mi stupirebbe molto se partisse”.

Juve, da de Ligt a Morata: lo spagnolo si avvicina all’addio

Fumata nera per la Juve: triplo addio immediato
Morata ©LaPresse

Per quanto riguarda la difesa, Agresti fa il punto su de Ligt: “L’obiettivo della Juventus è rinnovare il contratto di de Ligt, ne stanno parlando ed è stato impostato il discorso. Il club sarebbe propenso ad abbassare la clausola rescissoria. Certo, si dovranno vedere nuovamente per provare a chiudere. Ad oggi, in questa fase del mercato, il centrale non è una priorità assoluta”.

Una zona del campo che andrà rinforzata non poco è quella relativa l’esterno d’attacco destro: “Credo che, Juve a parte, nessuno voglia arrivare alla cifre chieste dalla Roma per Zaniolo. Di Maria non ha mai dato certezze, ha preso tempo. L’arrivo del Barcellona ha fatto saltare il banco e c’è anche dietro la volontà della moglie. Se Di Maria non arriverà, non sarà per volontà della Juve. Berardi? Qualche contatto l’avranno portato avanti“.

Un profilo, invece, ancora in bilico è quello di Alvaro Morata. Agresti è sicuro: “Su Morata da ieri sono molto negativo: Juve e Atletico sono molto lontane: gli ultimi contatti hanno evidenziato una netta distanza. L’Atletico ha perso Suarez, nessuno gli dà 35 milioni… Intanto fa il ritiro con i Colchoneros. E so che Simeone l’ha già chiamato“.