CMIT TV | ESCLUSIVO Spinosi: “Gabriel Jesus-Juve, vi spiego”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:14

In esclusiva alla diretta Twitch della CMIT TV è intervenuto Lodovico Spinosi, intermediario per l’Italia di Gabriel Jesus. Il brasiliano del City piace a Juventus e Milan

“Stiamo parlando di un giocatore fin troppo sottovalutato, nessuno si rende conto che ha ancora 24 anni”. Così Lodovico Spinosi in esclusiva alla diretta Twitch della CMIT TV. Spinosi è l’intermediario per l’Italia dell’agenzia che cura gli interessi di Gabriel Jesus, in odore di addio al Manchester City dopo cinque stagioni.

Gabriel Jesus ©️LaPresse

“E’ il titolare del Brasile, quindi è chiaro che sarebbe un profilo pazzesco per il nostro mercato, l’attaccante di punta per tutte le squadre italiane – ha sottolineato Spinosi in merito all’attaccante brasiliano – Non vedo in Italia giocatori con un pedigree così importante, e penso che questo sia anche il problema. La sua condizione contrattuale (scadenza giugno 2023, ndr) permette a tutti di poter sperare. Tutti in Italia lo vorrebbero, stiamo parlando di un giocatore pazzesco, troppo importante”. Gabriel Jesus è nel mirino di Juventus e Milan, come vi stiamo spiegando da settimane qui su Calciomercato.it.

MILAN, ROMA, JUVE SU GABRIEL JESUS – “Stiamo parlando di un giocatore con dei costi altissimi. A 40-45 milioni il cerchio si restringe, un ingaggio pesante, quindi è molto molto molto difficile però vediamo. Mi auguro per il calcio italiano che ci possano essere società con la forza e la voglia di investire su un giocatore del genere. Ti sobbarchi dei costi importanti, ma è nel Brasile nell’anno del Mondiale, ha le potenzialità per essere un top. Tra l’altro sta arrivando da un top club e non era un comprimario, ma uno che ha sempre giocato. Guardiola ha detto che è l’attaccante più intelligente che abbia mai allenato, può giocare in tutte le posizioni dell’attaco. Ha capacità anche per agire come una sorta di trequartista. Sarò ripetitivo, è il centravanti del Brasile”.

JUVENTUS-GABRIEL JESUS – “A parte la Juventus, tutti sanno le condizioni e più che la volontà servono le possibilità. Il problema è che essendo un profilo internazionale hai contro tanti top club, si stanno iniziando a muoversi le grandi e quando parte il giro è un attimo restare indietro”.

Spinosi alla CMIT TV: “Ecco il ‘problema’ di Gabriel Jesus-Juve. Allegri ha voluto la permanenza di Kajo Jorge”

Lodovico Spinosi alla CMIT TV

Spinosi ha parlato poi di Kaio Jorge, che segue da vicino sempre come intermediario e di Vlahovic che, insieme all’agente del serbo Ristic, ha ‘portato’ alla Juventus lo scorso gennaio.

JUVENTUS-GABRIEL JESUS – “A parte la Juventus, tutti sanno le condizioni e più che la volontà servono le possibilità. Il problema è che essendo un profilo internazionale hai contro tanti top club, si stanno iniziando a muoversi le grandi (in pole c’è l’Arsenal, ndr) e quando parte il giro è un attimo restare indietro”.

KAIO JORGE – “Innanzitutto ha bisogno di guarire, la strada è ancora lunga, si spera che a settembre/ottobre possa essere a disposizione. La logica fa pensare che, se dovesse esserci un’opportunità, gennaio potrebbe essere la finestra più probabile per un trasferimento. Non sta facendo vacanze, vuole tornare a essere. Anche lo scorso anno c’erano delle chance, ma proprio Allegri ha preferito che restasse alla Juventus per proseguire in questo processo di adattamento”.

DAVID NERES – “E’ un’altra delle mie debacle che non sono stato abbastanza bravo a far capire l’opportunità. Abbiamo parlato con tre o quattro squadre italiane, ma c’era sempre un po’ la paura. Sulla situazione sua c’era ancora un pagamento da ultimare con l’Ajax. C’era un grandissimo interesse tecnico, ma non si è mai approfondito più di tanto, il Benfica conosce il giocatore da sempre”.

JESUS COME VLAHOVIC – “Ripeto, la Juventus è probabilmente una delle più importanti società in Italia. Immagino che se loro decidano di fare una cosa possano farla, poi ci sono i piani industriali e tante altre situazioni che ti portano o meno a fare o non fare determinate situazioni. Per Vlahovic, penso che tutto sia nato dalla scelta fatta su Dybala. Su quest’estate non lo so. Se magari si apre la situazione o l’offerta irrinunciabile per de Ligt, magari si aprono le possiblità per fare l’operazione”.

MERCATO ITALIANO – “Vedo che l’Inter sta lavorando tante come idee, se tutto dovesse andare in porto faranno una squadra importantissima. Anche la Roma si sta strutturando bene, il fattore Mourinho ha cambiato un po’ il momento giallorosso, c’è grande entusiasmo, leggo di nomi interessanti. Mi dispiace solo che non ci sia più Walter Sabatini a lavorare su questo mercato perché per me è un fuoriclasse”.

Spinosi è al lavoro anche per un possibile futuro in Italia di Thiago Holm, talento norvegese in forza al Valerenga

POSSIBILI OCCASIONI – “Per me c’è un ragazzo norvegese fenomenale. Si chiama Odin Thiago Holm e può essere davvero un grande giocatore e andare via per due milioni di euro. Spero che qualcuno lo possa prendere, sono costi sostenibili, è un 2003 con esperienza, vediamo se si potrà stringere, all’estero sono un po’ più rapidi di noi nel dare opportunità ai giovani”.

RONALDO-ROMA – “E’ una suggestione, soprattutto se ricordiamo quello che ha causato alla Juventus dal punto di vista economico, i bianconeri sono la squadra più forte sotto quest’aspetto in Italia. Secondo me avrà sempre delle pretese che vedo molto difficili da esaudire, poi il potere di Mourinho qui a Roma è infinito e magari ci sta anche che possa venire a Roma, diventerebbe l’ottavo re di Roma”.

GNABRY E DEMBELE IN ITALIA – “Sono fantastici, ma la difficoltà è quella di legare il trasferimento all’ingaggio. A meno che loro non decidano, come fa il Lukaku di turno, di abbassare le pretese, ma ad oggi la vedo una cosa complicata avere a che fare con gli inglesi”.