L’Inter sogna il tridente clamoroso: sacrificio inaspettato

L’Inter lavora alla questione attacco, che si staglia su una serie di intrecci e tempistiche molto complicati tra Dybala, Lukaku, Sanchez e Dzeko

L’Inter non ha tempo di leccarsi le ferite per il ko nella corsa scudetto, bruciante visti gli errori della squadra di Inzaghi soprattutto nella prima parte del 2022. Tanti punti persi, qualche infortunio di troppo (Brozovic in pole) e alla fine la squadra di Pioli è stata più continua.

lukaku inter dybala dzeko
Lukaku © LaPresse

Per Marotta però è arrivato il momento di studiare le mosse di mercato e in questo momento l’attacco è il reparto più complicato da gestire. A centrocampo via Vidal, Sensi e Gagliardini insieme molto probabilmente a Perisic, mentre in difesa saluteranno sia Kolarov che Ranocchia. Ma, come dicevamo, i nodi principali sono relativi all’attacco. Su ‘Il Corriere dello Sport’ oggi si parla del desiderio dell’Inter di avere sia Lukaku che Dybala. Il belga ha almeno tre ostacoli e sono tutti piuttosto importanti e di natura economica, ma anche tre elementi su cui sperare e vertono invece tutti sulla volontà ferrea del belga di tornare a Milano e il rapporto logoro con Tuchel. L’addio di Sanchez sbloccherebbe le risorse per l’ingaggio di Lukaku, così come per quello di Paulo Dybala.

Lukaku più Dybala, l’Inter sogna ma serve l’addio di Dzeko

L’argentino resta in stand-by, la Roma ci sta provando ma la trattativa – come si legge sul quotidiano – non è ancora decollata. L’argentino ha capito di non essere una priorità per Simone Inzaghi, che preferirebbe riabbracciare subito Lukaku. Perché entrambi arrivino alla Pinetina c’è bisogno di un altro addio, ovvero quello di Edin Dzeko. Il bosniaco guadagnerebbe 5,5 milioni nelle sua seconda stagione, ma al momento la permanenza dell’ex capitano della Roma non sembrerebbe assolutamente in dubbio. Anche se avere Lukaku, Dybala e Lautaro insieme sarebbe un tridente clamoroso. E tra domani e martedì è previsto un incontro per definire i dettagli del rinnovo di Simone Inzaghi.