Asllani, i suoi maestri e un destino che sembrava già dire Inter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50

Trovare un vice Brozovic è tra le priorità del calciomercato Inter. Sprint nerazzurro per Asllani dell’Empoli

Ci sono incontri che stabilisce il destino. Quello di Krjstian Asllani con l’Inter ha tutta l’aria di esserlo. Nel suo primo anno di Serie A quella nerazzurra è la squadra contro cui ha giocato di più: due volte in campionato (la prima subentrando) e una in Coppa Italia.

CM.IT | Asllani, i suoi maestri e un destino che sembrava già dire Inter
Kristjan Asllani @LaPresse

Mettiamoci anche il primo gol in Serie A, che è arrivato il 6 maggio proprio contro la squadra di Simone Inzaghi. E quella sconfitta in Coppa Italia del 19 gennaio scorso che però mostrò il ragazzino albanese in grande spolvero. I bene informati dicono che quella prestazione convinsero definitivamente il presidente Corsi e il tecnico Aurelio Andreazzoli a dare il via libera alla cessione di Samuele Ricci al Torino, che avvenne dieci giorni dopo quella partita, il 29, a 48 ore dal gong di fine mercato d’inverno.

Il tecnico dell’Empoli ha promosso il talento albanese con la parsimonia che un allenatore deve avere quando a che fare con un ragazzo del 2002: “Kristjan deve chiaramente consolidare il suo talento all’interno di un campionato difficile come il nostro. Dico sempre i giovani vanno accompagnati, prendersi il merito di averli fatti esordire non serve, è molto più importante dargli il tempo per sistemarsi, trovare assetto e continuità. Il ruolo? A Milano in campionato ha agito da trequartista, ma sulla linea mediana lui può stare in più di una zona del campo. Ha grandi qualità, parlo del piano tecnico, fisico e morale. Quindi potenzialmente ha tutto per essere un giocatore importante». L’esordio assoluto Asllani lo aveva fatto l’anno prima in Coppa Italia contro il Napoli (era il 13 gennaio 2021) con Dionisi sulla panchina azzurra, nell’anno del ritorno in A dalla B e della vittoria del campionato Primavera per il talentino albanese: nella finale del 30 giugno a Sassuolo Kristjan sbloccò la finale vinta poi 5-3 dai ragazzi di Antonio Buscé contro l’Atalanta.

L’Inter ha scelto Asllani: può essere lui il vice Brozovic

CM.IT | L'Inter ha scelto Asllani: può essere lui il vice Brozovic
Kristjan Asllani @LaPresse

L’Inter lo ha scelto come obiettivo per sistemarlo alle spalle di Brozovic e costruire il futuro. Asllani ha anche la benedizione calcistica di un altro tecnico che ha attraversato le panchine d’Italia nei 43 anni trascorsi ad allenare dei suoi 76. Oggi è il ct dell’Albania e ha fatto esordire il centrocampista dell’Empoli il 26 marzo scorso, nell’amichevole con la Spagna persa 2-1. «Mi ha colpito molto e nonostante lui sia ancora un Under 21 ho voluto vederlo da vicino e lo ho fatto esordire con noi. L’impressione è ottima, ha ottimi piedi e intelligenza calcistica. Ho apprezzato la sua visione di gioco, il fatto che sappia lanciare lungo e “ripulire” palloni: insomma fa bene entrambe le fasi. Ha in testa il concetto della verticalità che nel calcio conta molto».

D’altra parte la scuola di Asllani è quella doc dell’Empoli, che ha una tradizione di talenti cresciuti nel vivaio: basterebbe citare Montella e Di Natale ma ce ne sono tanti altri. E quando arrivò nel 2012 il plenipotenziario degli aspetti tecnici nel club toscano era Marcello Carli, salito dal suolo di capo del settore giovanile a ds del club. Il grazino era cresciuto nella scuola calcio a Buti, provincia di Pisa, e scelse Empoli anche dietro il consiglio di Francesco Pratali, il difensore che ha vestito la maglia del club toscano per 12 stagioni. Carli è uno che il talento lo ha sempre messo a fuoco in modo nitido. E anche in quella occasione lui e gli uomini del suo staff non si sono sbagliati.

Insomma, la piccola storia di Asllani dimostra che in qualche modo l’Inter nel suo destino ci è già entrata. Manca però ancora qualche passaggio ufficiale affinché il suo trasferimento a Milano possa concretizzarsi. C’è bisogno che la trattativa entri nel vivo dando sostanza al fortissimo interesse che dal club nerazzurri è trapelato per il talento dell’Empoli.

Giorgio Alesse