Esonero e messaggio ai dirigenti dell’Inter: “C’è un precedente”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:55

La stagione dell’Inter si è chiusa ieri con una vittoria sulla Sampdoria. I giudizi su Inzaghi e i precedenti scomodi

Nel giorno in cui i tifosi nerazzurri celebravano il dodicesimo anniversario dalla vittoria dell’ultima Champions League, all’Inter non è riuscito il miracolo del sorpasso scudetto. Nonostante il successo ottenuto agevolmente in casa per 3-0 contro la Sampdoria, i tre punti conquistati dal Milan contro il Sassuolo hanno condannato i nerazzurri al secondo posto finale in campionato.

Esonero e messaggio ai dirigenti dell'Inter: "E' già successo"
Simone Inzaghi ©️LaPresse

A riguardarsi indietro, però, Simone Inzaghi si potrà dire tutto sommato soddisfatto per una stagione che si era aperta con le cessioni di Romelu Lukaku e Achraf Hakimi, senza dimenticare anche l’addio forzato di Christian Eriksen per cause di forze maggiore. Il tecnico nerazzurro, oltre a sfiorare all’ultima giornata il primo posto nel campionato italiano, è riuscito a conquistare ben due trofei, Coppa Italia e Supercoppa Italiana, vinte rispettivamente nelle due finali giocate contro la Juventus.

Inter, Inzaghi sotto accusa: “Non ci dormirei la notte”

Esonero e messaggio ai dirigenti dell'Inter: "E' già successo"
Simone Inzaghi ©️LaPresse

Intervenuto sulle frequenze di ‘Radio Radio’, il giornalista Franco Melli ha analizzato la stagione dell’Inter, lanciando una provocazione nei confronti di Simone Inzaghi con un paragone quantomeno un po’ azzardato con lo scorso anno: “L’annata dell’Inter al di sopra delle aspettative? Lo scorso anno Pirlo alla guida della Juve ha vinto gli stessi due trofei ed è stato mandato via, quindi è tutto molto soggettivo… Io fossi il presidente o un dirigente dell’Inter non ci dormirei la notte per non aver vinto lo scudetto“.