CM.IT | Ramsey e la risoluzione del contratto con la Juve: le ultime

Protagonista in negativo della finale di Europa League, Ramsey è destinato a dire definitivamente addio alla Juventus nei prossimi mesi

Il nome di Ramsey è tornato alla ribalta in questi giorni. Suo malgrado il gallese è stato protagonista in negativo della finale di Europa League con l’errore dal dischetto che ha di fatto consegnato la vittoria all’Eintracht di Kostic e Rafa Borré.

Aaron Ramsey ©LaPresse

A causa di ormai cronici problemi fisici, anche l’avventura in Scozia è stata tutt’altro che esaltante per il classe ’90 di Caerphilly. Avventura giunta già al termine perché l’operazione lo scorso gennaio si concluse in prestito secco, con zero o quasi chance di rinnovo dello stesso o addirittura di acquisto a titolo definitivo. Insomma Ramsey farà ritorno alla Juventus, seppur solo virtualmente dato che non rientra nei piani di Allegri e soci.

La risoluzione del contratto. da oltre 7 milioni netti e in scadenza a giugno 2023, rimane la ‘soluzione’ più probabile per consentire alle parti di giungere al fatidico divorzio. Secondo le informazioni raccolte da Calciomercato.it, però, prima di risolvere il contratto che lo lega ai bianconeri per un altro anno il gallese (che ambisce a tornare nell’amata Premier per rilanciarsi) e chi lo rappresenta vorranno avere fra le mani un accordo o qualcosa di simile con un’altra squadra. Le spalle coperte, insomma, come giusto che sia in questi casi. A breve la società targata Exor potrebbe cominciare di nuovo una trattativa per la risoluzione