Inzaghi non molla: “Ho già vinto lo scudetto quando ero due punti dietro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:04

Simone Inzaghi commenta il successo dell’Inter sul campo del Cagliari che tiene in vita la corsa scudetto

L’Inter vince a Cagliari e tiene viva la corsa scudetto. Dopo il 3-1 in Sardegna, Simone Inzaghi ha parlato a ‘DAZN’.

Inzaghi
Inzaghi

EMOZIONI – “Più che oggi, sono le emozioni di mercoledì che abbiamo vinto il trofeo. Stasera bisogna fare una partita seria e dopo il Milan non era semplice. Abbiamo fatto una buona gara, la squadra ha fatto molto bene  e non era scontato”.

SASSUOLO – “E’ un’ottima squadra, ha tantissime individualità. Sarà un’ultima giornata aperta. Tutti si sono divertiti: arrivati fin qui bisogna provarci fino alla fine, sapendo che la squadra non ha mollato di un centimetro. Siamo dietro, abbiamo bisogno di una sconfitta loro e una vittoria loro: io ho vinto uno scudetto che ero due punti dietro e la Juventus ha perso a Perugia. Nel calcio non bisogna mai mollare”.

LAUTARO MARTINEZ – “E’ arrivato a 25 gol, ne ha fatto 13 nelle ultime 13. Ha avuto una squalifica con il Verona, a Spezia ho fatto altre scelte e poi non ha sbagliato una partita. E’ un fuoriclasse, un giocatore per noi importantissimo, generoso, lavora per la squadra. Non è una scoperta, anche negli ultimi due anni aveva fatto grandi cose, quest’anno ha fatto il suo record”.