Juventus, ecco il nuovo capitano: “È lui l’erede di Chiellini”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:35

Capitan Giorgio Chiellini ha annunciato, al termine della finale persa contro l’Inter, l’addio alla Juventus alla fine di questa stagione

Mentre brucia ancora, e non potrebbe essere altrimenti, in casa Juventus la sconfitta patita nella finale della Coppa Italia contro i rivali storici dell’Inter, guidata da Simone Inzaghi, si apre adesso il momento dei saluti per Giorgio Chiellini.

Juventus, ecco il nuovo capitano: "È l'erede giusto di Chiellini"
Giorgio Chiellini lascia la Juventus ©️ LaPresse

Il capitano ha annunciato, al termine della partita dell’Olimpico, l’addio ai colori bianconeri dopo ben diciassette stagioni. Una vita calcistica vissuta da protagonista che si chiude, complice anche il mancato approdo dell’Italia di Mancini alla fase finale del Mondiale in Qatar. Il contratto, infatti, scadrà nel giugno del 2023, ma la Nazionale era la discriminante per continuare ancora alla Juve. Adesso, invece, le strade si separano e, in attesa di capire se continuerà a giocare altrove o inizierà la sua carriera da dirigente della società piemontese, qualcuno dovrà ereditare la pesante fascia di capitano.

“Vlahovic capitano”: Damascelli ‘elegge’ il post Chiellini

Il vice designato quest’anno era Paulo Dybala, anche lui al passo d’addio per il mancato accordo sul prolungamento di contratto che scadrà il 30 giugno prossimo. Alle sue spalle, Leonardo Bonucci. Ma c’è chi darebbe il via al nuovo corso con una scelta di rottura: “Vlahovic dovrebbe ereditare la fascia di capitano da Chiellini – il parere del giornalista Tony Damascelli a ‘Radio Radio’ – Ha lo stesso atteggiamento da combattente, non molla fino all’ultimo pallone. Ma non credo succederà”.

"Vlahovic capitano": Damascelli 'elegge' il post Chiellini
La grinta di Dusan Vlahovic ©️ LaPresse

Damascelli, poi, si sofferma anche sulla ricostruzione del reparto arretrato. “Vlahovic è il giocatore da cui ripartire, ma la Juventus dovrà ricostruire una difesa che si è smarrita. Penso che bisognerà sacrificare de Ligt, i soldi che arriveranno dal riscatto di Kulusevski da parte del Tottenham non possono bastare. Terrei Danilo e, a fatica, Bonucci“.