Juventus-Inter non è ancora finita: “Grazie arbitro, grazie Var”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:45

La finale di coppa Italia persa dalla Juventus contro l’Inter accende le polemiche: l’accusa social non ammette repliche

La Juventus ha visto sfumare la possibilità di mettere in bacheca un titolo anche quest’anno. La finale di coppa Italia è andata all’Inter, capace di riacciuffare i bianconeri nei minuti finali e poi imporsi ai supplementari.

Juventus-Inter
Juventus-Inter © LaPresse

Un successo di ‘rigore’ per la squadra di Inzaghi visto che due dei quattro gol sono arrivati dagli undici metri, non senza polemiche. E’ stato soprattutto il calcio di rigore fischiato a Lautaro Martinez e che ha consentito a Calhanoglu di siglare il gol del 2-2 a generare discussioni. I bianconeri hanno protestato molto e subito dopo l’assegnazione tra le panchine si è venuto a creare un parapiglia con anche Allegri tra i protagonisti.

Polemiche e discussioni che non sono terminate con il fischio finale e con la coppa alzata dall’Inter. Da registrare, infatti, l’attacco social all’arbitraggio di Valeri da parte bianconera.

Juventus-Inter, il fratello di Rabiot contro Valeri

Post Rabiot
La storia di James Rabiot

Ad accendere il clima ci ha pensato James Rabiot, fratello del centrocampista della Juventus. Su Instagram ha pubblicato una storia che lascia poco spazio alle interpretazioni: “InterCorruptionVAR.FC-Juve 4-2, merci la Var, merci l’arbitre”.

Una critica alla direzione di gara, colpevole di aver assegnato il calcio di rigore che ha permesso all’Inter di portare il match ai supplementare. Curiosità vuole che l’attacco di James Rabiot alla direzione di gara nella finale di coppa Italia, segua quello del fratello arrivato sempre dopo un Juventus-Inter, di campionato. Qualche settimana fa l’ex Psg si scagliò contro l’arbitraggio sempre attraverso Instagram: “Ottima partita, bravi tutti! Peccato il risultato, ma è difficile giocare a 11 contro 12!”. Ora è toccato al fratello prendersela con gli arbitri.