CMIT TV | L’Inter e la stoccata di Perisic, Biasin: “Offerta fuori mercato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:54

Il giornalista Fabrizio Biasin ha parlato alla CMIT TV del calciomercato dell’Inter, soffermandosi in particolare sul rinnovo di Perisic

Le parole di Ivan Perisic si sono abbattute sull’Inter come un fulmine a ciel sereno durante la notte dell’Olimpico. In queste ore stanno facendo discutere parecchio le dichiarazioni dell’esterno croato, assoluto protagonista del trionfo in Coppa Italia contro la Juventus. Dall’ex Bayern Monaco è arrivata una vera e propria stoccata verso la società per quanto riguarda il rinnovo: “Non so ancora nulla sul futuro. Con i giocatori importanti non si parla all’ultimo, dovete sapere anche questo“.

Inter Perisic Gosens
Fabrizio Biasin alla CMIT TV

Una frase che non lascia a molte interpretazioni. Gli animi sono tutt’altro che distesi, con il classe ’89 – il migliore della squadra di Inzaghi quest’anno per distacco – che avrebbe preferito un trattamento differente da parte della società nerazzurra. Sull’argomento si è espresso il noto giornalista Fabrizio Biasin, intervenuto come di consueto alla nostra CMIT TV, nel corso della diretta sul canale Twitch di Calciomercato.it. “L’Inter corregge un po’ le parole di ieri di Perisic – ha dichiarato Biasin -. L’Inter ha fatto eccome le sue proposte ed è arrivata a formulare un’offerta da 4,5 milioni per due anni. Una proposta che i nerazzurri ritengono fuori mercato, ma che il croato si merita vista la stagione. L’offerta l’Inter l’ha fatta ed è questa. Ora possono capitare due cose: Perisic firma il rinnovo del contratto oppure se ne va. La mia sensazione è che sono più le possibilità che lui rimanga rispetto al contrario“.

Calciomercato, Biasin su Perisic: “L’Inter ritiene la sua offerta fuori mercato. Più probabile che rimanga”

Inter Perisic Gosens
Perisic © LaPresse

Il collega, poi, ha parlato dell’acquisto di Gosens dall’Atalanta a gennaio, che si collega chiaramente al futuro di Perisic: “L’Inter ha anticipato l’acquisto di Gosens per due motivi: per non farselo fregare; per andare al tavolo di Perisic con una cautela già presa. La mossa è strategica oltre che tecnica“.