CMIT TV | L’amaro dopo la vittoria: “L’Inter non ha scelta”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:41

Si prevede un’altra estate di sacrifici sul mercato in uscita per l’Inter

Dopo aver ridimensionato la rosa la scorsa estate con i sacrifici di Romelu Lukaku e Achraf Hakimi, l’Inter potrebbe nuovamente essere costretta a lasciare andare uno dei suoi pezzi pregiati. Ipotesi che i dirigenti cercheranno di scongiurare fino all’ultimo, ma che in questa fase non può essere esclusa.

CMIT TV | L'amaro dopo la vittoria: "L'Inter non ha scelta"
Bettino Calcaterra in diretta sulla CMIT TV

Prima di pensare al mercato, però, c’è ancora un campionato da chiudere bene, nonostante lo svantaggio di due punti sul Milan a due giornate dal termine. Di questo si è parlato con l’opinionista nerazzurro Bettino Calcaterra in diretta sulla CMIT TV: “Se dovessimo fermare oggi la stagione, il voto sarebbe 7,5. Comunque è stata una stagione ottima, l’Inter ha superato il turno di Champions, ha vinto Supercoppa e Coppa, sta lottando fino alla fine per il campionato. Ma lo scudetto secondo me l’ha perso nei famosi 7 punti in 7 partite, non a Bologna. Chiaro che poteva essere una stagione da 10, ma ci mettiamo dentro anche la buona prestazione contro il Liverpool. Sul futuro aspettiamo questi ultimi dieci giorni e vediamo quale sarà la classifica definitiva, per una questione di bonus e fascia Champions. I problemi economici dell’Inter li conoscono un po’ tutti, quello che sarà il futuro lo sappiamo, l’Inter dovrà camminare per gambe proprie ed ogni stagione dovrà fare di necessità virtù. Dovrà vendere 1/2 giocatori, ma se riusciamo a prendere altri calciatori che ci permettono di fare il famoso player trading, ben venga così”.

Calciomercato Inter, torna il rischio di una cessione top

CMIT TV | L'amaro dopo la vittoria: "L'Inter non ha scelta"
Beppe Marotta ©LaPresse

Parlando di mercato, invece, Calcaterra è stato piuttosto realista ed ha disegnato perfettamente l’attuale situazione economica dell’Inter: “Chi sacrificare? Non lo sceglie l’Inter, lo sceglie il mercato. Dipende dalle offerte, perché chiaro che io venderei una seconda linea o un giocatore facilmente sostituibile. Ma la verità è che il primo calciatore che riceverà un’offerta importante e in linea con le valutazioni dell’Inter, verrà ceduto. Come successo un anno fa con Achraf Hakimi. Già sarà una grande vittoria se riusciremo a vendere in linea con le nostre aspettative economiche, come successo la scorsa estate”.