CM.IT | Addio Mazzarri tra retroscena e dichiarazioni del tecnico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:16

Situazione complicata a Cagliari, con la separazione burrascosa da Walter Mazzarri licenziato per giusta causa. Lo stesso tecnico ha risposto però con un comunicato

Il breve comunicato del Cagliari sull’addio di Mazzarri ha confermato quanto già circolava da alcune ore. Ovvero che le separazione col tecnico toscano sarebbe stata al veleno a causa di alcune, note, incomprensioni tra le parti. Non si parla così di esonero: ma di licenziamento per giusta causa, stando alle ultime indiscrezioni.

mazzarri cagliari esonero licenziamento giusta causa
Mazzarri © LaPresse

Allo studio ci sarebbero delle frizioni tra il tecnico e alcuni rappresentanti dei rossoblu: incomprensioni in grado di surriscaldare un clima già pesante, per la delicata posizione di classifica che vede i sardi ora quartultimi con 28 punti (e a soli due punti dalla Salernitana che ha una gara da recuperare). Insomma a Cagliari a distanza di anni si ripete una vicenda particolare e approfondita dai legali, che a molti ha ricordato quella vissuta da Ballardini sotto la gestione Cellino.

La replica di Mazzarri: “Smentisco le esternazione sui giocatori a me attribuite”

Intanto lo stesso Walter Mazzarri ha replicato ad alcune ricostruzioni circolate in giornata sui motivi del divorzio burrascoso con il Cagliari: “Ho letto con stupore le notizie apparse oggi su molti organi di stampa, con le quali mi vengono attribuite frasi che non mi appartengono, lesive della mia immagine professionale costruita con serietà e rispetto nel corso di 20 anni di carriera in Italia e all’estero – le parole affidate dall’allenatore toscano all’Ansa -. Per questo motivo mi vedo costretto, mio malgrado, a dover smentire categoricamente le esternazioni sui giocatori a me attribuite, ribadendo la mia personale stima ed il mio profondo rispetto per un gruppo di ragazzi a cui sono molto legato, riservandomi altresì ogni ulteriore azione nelle sedi opportune nei confronti dei responsabili”.