Ibrahimovic adesso ha paura: “Non avrebbe senso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:29

Zlatan Ibrahimovic tra presente e futuro. Lo svedese ha parlato del ritiro dal calcio e senza mezzi termini. Ecco le sue dichiarazioni

Zlatan Ibrahimovic è il più tipico e atipico degli eroi nel calcio moderno, allo stesso tempo. Quello che quasi sembra insuperabile, inarrestabile, che non può crollare. E con lo scudetto che ora quasi si sfiora all’orizzonte.

Ibrahimovic adesso ha paura: "Non avrebbe senso"
Ibrahimovic ©️ LaPresse

Eppure in questa stagione, come nella precedente, lo svedese è stato spesso costretto ad alzare bandiera bianca e salvaguardarsi. Perché gli infortuni non gli hanno lasciato tregua. Questo non vuol dire che il suo contributo non l’abbia dato, anche fuori dal campo, ma a 40 anni, anche per lui, è naturale parlare di quando dirà addio al calcio. L’attaccante si è soffermato sul tema ai microfoni di ‘ESPN’ e dicendo a chiare lettere come la pensa: “Non ha senso giocare se soffri troppo, è meglio essere realisti e dire a te stesso che è abbastanza. E cominci un nuovo capitolo. Se sei concentrato su questo non sei concentrato sul resto”. E aggiunge anche: “Sono vicino al traguardo, sono po’ impaurito. se mi dovessi fermare, cosa farei? Quale sarebbe il prossimo capitolo? So le varie possibilità, potrei fare molte cose”.

Ibrahimovic parla chiaramente del suo futuro

Ibrahimovic adesso ha paura: "Non avrebbe senso"
Ibrahimovic ©️ LaPresse

Ibra, però, continua l’intervista ed espone chiaramente il suo punto di vista: “Nella mia testa non c’è questo. Se pensassi al mio ritiro, non sarei capace di aiutare i miei compagni e me stesso in fare ciò che vorrei. I calciatori seguono per ogni giorno sempre il medesimo piano e io l’ho fatto per 25 anni: diventi un soldato. Seguo questa linea, ma per me non è ancora quel punto”. E poi conclude: “Sicuramente sono frustrato perché vorrei essere sul campo in ogni partita, dato che io amo giocare”.