Non solo Chiesa e Zaniolo, casting affollato per il 10 della Juve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59

La Juventus vuole tornare a lottare per lo scudetto e in sede di calciomercato sta cercando anche il nuovo numero 10

Paulo Dybala saluta: in queste ore sembra vicinissimo all’Inter, uno scenario che prende forma alle porte della finale di Coppa Italia tra bianconeri e nerazzurri. Bisogna capire chi sarà il nuovo simbolo del club bianconero a cui affidare la maglia che è stata di Sivori, Platini, Baggio e Del Piero per citare qualche totem della storia juventina. Le ipotesi al vaglio sono più d’una: le prendiamo in esame senza ancora stilare una priorità nella scelta finale, perché le strade sono anca tutte aperte e una decisione definitiva non è stata ancora presa.

Nuovo dieci Juve, tutti i nomi del casting
Paulo Dybala ©LaPresse

Una ipotesi, è quella interna e porta a Federico Chiesa, il cui riscatto da 40 milioni è diventato ufficiale con la matematica acquisizione del posto in Champions League. L’ex Fiorentina si è infortunato seriamente ai legamenti del ginocchio all’inizio dell’anno e potrà essere pronto con l’inizio del ritiro della nuova Juventus. C’è stato un momento, ci riferiamo alla prima parte di questa stagione, in cui Chiesa non sembrava così certo del proprio futuro alla Juve, nel senso che dopo il riscatto si sarebbero potuti aprire scenari con vista sulla Premier per lui. Ora la situazione è cambiata, l’esterno ripartirà dalla sua Juve preparando la stagione del riscatto personale.

Nuovo dieci Juve, non solo Zaniolo

Nicolò Zaniolo ©LaPresse

Poi c’è la pista Zaniolo: sarebbe il grande colpo a cui, si dice, la Juve pensi da un po’ e questo anche se da Torino piovono smentite ufficiose e piuttosto comprensibili, visto che la Roma ha fatto indirettamente sapere al mercato che chi volesse provare a discutere del suo numero 22 deve ragionare sulla base di 80 milioni. Un investimento molto importante, dopo quelli fatti per Vlahovic e Zakaria a gennaio, più adesso Chiesa. L’esterno della Roma qualche volta ha alimentato questa pista con qualche like social sgradito ai tifosi giallorossi. Zaniolo è comunque un’idea che va tenuta viva, visto anche il suo futuro comunque dato in bilico con Mourinho in giallorosso. Ma l’operazione con la Juve, per essere chiari, al momento non sembra possibile se non con soldi cash e niente contropartite.

Attraversando il Tevere c’è l’altra idea da coltivare: parliamo di Sergej Milinkovic Savic, che alla Lazio stavolta sembra davvero aver finito il suo percorso lungo sette anni. I rapporti del club biancoceleste con il manager del calciatore Kezman, sono sempre stati buoni, è recente una smentita forte da parte sua sul fatto che Millinkovic avesse espresso la volontà do andare al Manchester. Anche in quoto caso parliamo di un affare da 70-80 milioni. Ci sono Psg e United sulla mezzala della Lazio, indubbiamente: quindi concorrenti agguerrite per la Juventus, che su Milinkovic incassa anche il gradimento di Allegri (sussurrato nelle stanze della società, ovviamente).

Paul Pogba ©LaPresse

Ma il ponte con Manchester, sponda United, ci permette di aprire le porte di un sogno che torna: portare a casa Paul Pogba, e ancora in scadenza, come era successo la prima volta (gratis con clausola risarcitoria). L’asso francese la 10 bianconera l’ha già messa sulle spalle nella stagione 2015-2016 e sempre con Max Allegri in panchina. L’operazione resta complicata per il gioco delle commissioni che scatta quando un giocatore così importante è in scadenza, e per l’ingaggio di Pogba che gira sui 15 milioni di sterline lordi. La Juve sogna di riportarlo a Torino dopo le quattro stagioni dal 2012 al 2016, ma lo stesso sogno lo cullano a Parigi, dove non lo hanno mai avuto, ma sperano di scrivere anche il suo nome sul mercato del rilancio per il definitivo assalto alla Champions League.

Giorgio Alesse