Sorpresa doppia: si dimezza l’ingaggio e firma fino al 2024

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30

La svolta ora sembra sempre più vicina per il futuro del big. È pronto a firmare fino al 2024 e con l’ingaggio che ora si dimezza

A volte nel calcio, bisogna badare al sodo e mettere da parte qualcos’altro. Perché viene prima la maglia, poi anche le aspirazioni, la vita in un club e i progetti di squadra.

Sorpresa doppia: si dimezza l'ingaggio e firma fino al 2024
Handanovic e Dybala ©️ LaPresse

Probabilmente è questo che sta balenando nella testa di Samir Handanovic. Il portiere ha ormai legato indissolubilmente la sua carriera all’Inter, tra le vittorie e qualche delusione di troppo. La sua assenza si è sentita tantissimo nell’ultima partita contro il Bologna, quella terminata con una sconfitta decisiva, soprattutto in chiave scudetto. Assolutamente imprescindibile e per questo l’estremo difensore proverà a recuperare fino all’ultimo istante per la partita di oggi contro l’Udinese. Altrimenti, toccherà di nuovo a Ionut Radu. Ma, tra gli affari di campo, e uno scudetto che ora pende molto di più dalla sponda rossonera di Milano, fa capolino anche il futuro e potrebbe presto regalare grosse novità proprio ad Handanovic e all’Inter.

Handanovic-Inter, vicina la fumata bianca per il rinnovo

Handanovic-Inter, vicina la fumata bianca per il rinnovo
Handanovic ©️ LaPresse

Il calciomercato non dorme mai, neanche di fronte alle sentenze del campo, quelle finali, quelle pesanti. Il portiere ex Udinese, secondo quanto riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, è sempre più vicino al rinnovo. E non è questa l’unica novità. Infatti, il prolungamento potrebbe essere imbastito per due anni, e quindi fino al 2024. Probabilmente, si tratterebbe di un rinnovo di un anno con opzione per il secondo, ma che comunque testimonia il progetto che è ancora saldo attorno al portiere. Però, l’ingaggio sarebbe dimezzato, rispetto agli attuali 3,2 milioni che lo sloveno percepisce. Lui, capitano e impassibile, potrebbe restare e fare da chioccia a chi il futuro deve costruirselo all’Inter. E non si può non pensare ad André Onana. Intanto, il campo perché ora i nerazzurri non possono davvero più sbagliare. E potrebbe non bastare, comunque.