CMIT TV | Inzaghi cambia il portiere? “Se la deve sentire”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:46

Rebus portiere in casa Inter in vista della prossima giornata di campionato

Andranno valutate con molta attenzione le condizioni di Samir Handanovic in vista della prossima giornata. Da calendario l’Inter dovrà vedersela domenica pomeriggio alle ore 18.00 alla Dacia Arena, in casa di un’Udinese particolarmente in forma dopo il poker rifilato nel recupero di ieri alla Fiorentina.

CMIT TV | Inzaghi cambia il portiere? "Se la deve sentire"
Nando Orsi sulla CMIT TV

Qualora il capitano nerazzurro non dovesse farcela, Simone Inzaghi dovrebbe ricorrere ancora una volta al vice Radu. Dopo il grave errore di ieri sera contro il Bologna, non si esclude però il possibile impiego del terzo portiere nerazzurro, Alex Cordaz. Per questo motivo nel corso della diretta della CMIT TV di questo pomeriggio abbiamo analizzato le prossime mosse nerazzurre tra i pali con un grande ex portiere come Nando Orsi.

Questo il suo giudizio sulla partita: “La prima mezz’ora l’Inter ha giocato un gran calcio, bene, fluida, poteva fare più di un gol, non ha rischiato niente. Poi dopo l’episodio ti cambia la partita. L’Inter ha subito il gol e ha avuto una grande frenesia, mentre invece squadre così importanti dovrebbero mantenere la calma su certe situazioni. Poi è venuto fuori questo regalo che il Bologna si è portato a casa con grande felicità. L’Inter ha perso una grande occasione, ma è tutto da giocare. Ancora ci sono quattro partite, ancora è aperto, ma il destino è nelle mani del Milan”.

Inter, Orsi sul caos portieri: “Radu? Se la dovrà sentire”

CMIT TV | Inzaghi cambia il portiere? "Se la deve sentire"
Radu ©LaPresse

Orsi ha cercato di difendere il giovane Radu, sebbene l’errore sia stato evidente: “E’ stato un gravissimo errore, se Handanovic non dovesse essere pronto l’allenatore parla ancora col portiere e gli chiede se se la sente. Sono errori gravi, ma fanno parte di un percorso. Sono errori all’ordine del giorno, è successo a Meret e Buffon nell’ultimo turno. Dev’essere il giocatore a sentirsela, a quel punto non c’è alcun problema. Sono errori che fanno parte del mestiere, non è che se l’attaccante sbaglia un gol a porta vuota la settimana dopo poi non gioca?”.

Oggi opinionista, l’ex estremo difensore ha raccontato la sua esperienza: “Ho fatto il secondo spesso, quando entravo facevo bene anche se giocavo 3-4 partite l’anno. In settimana ti alleni come se dovessi sempre giocare, tra l’altro Inzaghi ieri non poteva fare altrimenti. All’Inter abbiamo visto che qualsiasi altro portiere gioca poco. Quando c’è un’alternanza così, non vedo responsabilità dell’allenatore. Ieri Inzaghi poteva incidere al massimo sui cambi, sull’ordine tattico, forse son quelli gli errori. Ma se diamo le responsabilità a Radu del fatto che l’Inter abbai 72 punti, abbiamo sbagliato indirizzo”.

Infine il suo pronostico sul campionato: “Tutto cambia, due settimane fa il Napoli era la squadra favorita. Questo campionato sarà vinto dalla squadra meno difettata dalle altre, ogni squadra ha avuto dei suoi problemi e mi sembra che continuino ad averli. Il Milan ha un campionato molto tosto, questo è un campionato dove finalmente le squadre che non hanno tanti obiettivi fanno tutto per vincere. Ed è importante per la nostra cultura calcistica”.