Bologna-Inter, Radu disperato dopo il fischio finale: esce in lacrime

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:44

Bologna-Inter può decidere le sorti del campionato di Serie A, il più combattuto degli ultimi anni: l’erroraccio di Radu è clamoroso, il portiere esce disperato

Bologna-Inter è già storia, ma il peso dei tre punti di questa sera era incalcolabile. Non tanto dei tre punti conquistati dai rossoblù, che erano già tranquilli, ma quelli persi e non conquistati dalla squadra di Inzaghi. Che gioca una partita non bellissima, va in vantaggio con Perisic ma si fa rimontare nel finale, complice l’erroraccio di Ionut Radu. Il portiere romeno è stato ‘costretto’ a giocare per l’indisponibilità all’ultimo minuto di Handanovic, facendo registrare il suo esordio.

radu cordaz inter bologna
Radu © LaPresse

Ma è stata alla fine la partita più brutta della sua carriera. Negli ultimi minuti l’ex Parma regala letteralmente il pallone a Sansone, lisciando sostanzialmente il pallone, o almeno sfiorandolo il tanto che basta a buttarselo verso la porta, con il giocatore del Bologna che completa l’opera a pochi centimetri dalla linea. L’Inter torna a casa con zero punti, restando a -2 dal Milan primo in classifica, stavolta a parità definitiva di partite giocate e senza più asterischi. Al triplice fischio Ionut Radu ha lasciato il campo in lacrime, ovviamente disperato per un errore che può diventare davvero storico. Il classe ’97 è inconsolabile, cercato dalle telecamere – non gradite da Dumfries che si mette davanti e prova a coprirla – mentre abbandona il terreno di gioco, con alcuni compagni che gli fanno vicino per confortarlo, in primis Dimarco, poi Correa, Cordaz e gli altri.