La Juventus e il ritorno di Pogba: il grande ‘rifiuto’ dà speranze ai bianconeri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:31

Una concorrente in meno nella corsa a Paul Pogba. Il tecnico del Manchester United Rangnick ha annunciato l’addio del francese a fine stagione

Rangnick è stato chiaro qualche giorno fa, Paul Pogba lascerà il Manchester United a fine stagione. L’addio del francese sarà a zero, considerato che il suo attuale contratto termine proprio il prossimo 30 giugno.

Paul Pogba ©LaPresse

Regna assoluto mistero circa la prossima destinazione di Pogba. A meno di sorprese, comunque, non sarà il Real Madrid. Secondo ‘Elnacional.cat’, infatti, il presidente delle ‘Merengues’ Florentino Perez ha detto no all’arrivo del transalpino Campione del Mondo nel 2018 con la Nazionale al tempo e tutt’ora guidata da Deschamps. Il motivo principale è di natura economica: tra ingaggio e commissioni al suo agente Raiola, l’operazione Pogba sarebbe costosissima. Gli spagnoli hanno altri piani per il centrocampo, piace Tchouameni del Monaco e si punta a valorizzare i vari Valverde e Camavinga.

Tolto il Real, tolto sicuramente il Barcellona, resta il Paris Saint-Germain. Ma anche la Juventus può tornare a coltivare speranze di rimetter mano sul cartellino del classe ’93 che ha finito la stagione in anticipo a causa di un infortunio al polpaccio. Del resto i bianconeri intendono rinforzare la mediana anche con una mezz’ala fisica oltre che tecnica. E per Pogba giocherebbe a favore il fattore Decreto Crescita. Staremo a vedere.