Sassuolo-Juve, Allegri annuncia: “Un giocatore potrebbe aver finito la sua stagione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00

Vigilia di Sassuolo-Juventus, presenta la sfida il tecnico bianconero Massimiliano Allegri: ecco le sue dichiarazioni

Monday night di campionato per la Juventus, che nel posticipo affronterà in trasferta il Sassuolo. Gara molto significativa per i bianconeri di Allegri, che hanno una grande occasione.

Sassuolo-Juventus, conferenza stampa Allegri
Massimiliano Allegri (screen shot)

La sconfitta della Roma offre la possibilità di mettere a distanza di sicurezza i giallorossi nella corsa verso il quarto posto. C’è inoltre da vendicare la sconfitta dell’andata, in quel di Torino, contro gli emiliani. Il tecnico dei piemontesi presenterà la gara in conferenza stampa, Calciomercato.it seguirà per voi le sue dichiarazioni principali.

PARTITA – “Sarà una partita difficile perché il Sassuolo, quando arriva da una sconfitta, è sempre difficile da affrontare. È una squadra tecnica, in un’ottima posizione di classifica e per loro è una gara importante perché battere la Juve sarebbe un risultato di prestigio. Dobbiamo fare una partita giusta altrimenti ne verremo fuori con le ossa rotte”.

QUARTO POSTO – “Non è ancora matematico, bisogna andarci piano. Aver raggiunto la finale di Coppa Italia ci consente di giocare per un trofeo ed è già un obiettivo. Per quanto riguarda il quarto posto è ancora lunga, abbiamo ancora 5 partita da giocare, due scontri diretti con Lazio e Fiorentina. Facciamo un passo alla volta. Poi valuteremo il lavoro che è stato fatto”.

INDISPONIBILI – “Deciderò oggi dopo l’allenamento. Arthur non recupera, speriamo di riaverlo con il Venezia. Gli altri non recupera nessuno, siamo i soliti. Oggi dopo l’allenamento valuterò chi far giocare. Ci sarà qualche cambio. A centrocampo dipende, devo vedere le condizioni di Danilo, di Zakaria, di Rabiot. Abbiamo un po’ di cose da vedere”.

MCKENNIE E LOCATELLI – “Ieri ha fatto i primi passi di corsa, già meglio. Ma prima di mettersi a disposizione ce ne passa. Per quanto riguarda Locatelli, è ancora indietro. Non so se riuscirà a rientrare prima della fine della stagione”.

RABIOT – “Sta facendo meglio. Magari domani farà gol, piano piano ci avviciniamo. Sta crescendo, è in fiducia. Ha un motore diverso dagli altri. Può ancora migliorare, ha 26 anni e ha tanti anni ancora per fare bene”.

RIPOSO MORATA E DE LIGT – “Idee chiare mezzo e mezzo, come il tempo. De Ligt sta bene, ha 22 anni ce la fa a giocare. Devo scegliere tra Bonucci e Chiellini. Su Morata devo decidere oggi chi ho a disposizione davanti, perché chi è entrato dopo con la Fiorentina ha fatto bene”.